Cambiali protestate - come evitare gli effetti negativi della pubblicità di eventuali protesti

Per evitare gli effetti negativi della pubblicità di eventuali protesti levati nell'arco di tempo compreso tra il giorno 27 ed il giorno 26 del mese successivo, è possibile presentare domanda di cancellazione dal tabulato, entro il giorno 10 del mese seguente: ciò consente di acquisire il diritto ad essere depennati dall'elenco dei protesti prima dell'inserimento nella banca dati del Registro Informatico dei Protesti.

Ad esempio, per i protesti levati dal 27 marzo al 26 aprile le richieste di cancellazione da tabulato possono essere presentate entro il 10 maggio. Ovvero entro domani.

Non credo, purtroppo che possa fare in tempo.

Se ritiene che ci siano provate responsabilità della banca nella vicenda che la vede coinvolta, può presentare un reclamo motivato all'Arbitro Bancario Finanziario.

12 ottobre 2012 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cambiali protestate - come evitare gli effetti negativi della pubblicità di eventuali protesti. Clicca qui.

Stai leggendo Cambiali protestate - come evitare gli effetti negativi della pubblicità di eventuali protesti Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 12 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 30 aprile 2017 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte Inserito nella sezione giurisprudenza del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

cerca