Cambiali non pagate

Vorrei chiedervi un consiglio!ho delle cambiali in scadenza 1 a fine febb,1 a fine marzo e 1 a fine aprile.tot.18000e 6000 ognuna.non ho i soldi.premetto che ho casa intestata con mia moglie e un mutuo a 30 anni,il quale e stato bloccato per un anno.

Visto che siamo entrambi disoccupati!se non pago cosa puòsuccedere??  Se per favore mi date una risposta concreta e sicura dell'iter che di solito va seguito.

Non pagare le cambiali porta al protesto.

La cambiale insoluta è un titolo esecutivo, il che significa che il creditore può percorrere una via più breve per arrivare ad azioni esecutive come pignoramenti dello stipendio o mobiliari (non deve infatti passare dal decreto ingiuntivo e quant'altro).

Il protesto eventuale inibirà ogni accesso al credito, e le banche presso si hanno eventuali affidamenti potrebbero revocarli.

Sarà inoltre più difficile avviare qualsiasi rapporto bancario per lo meno fintanto che non il protesto non sarà cancellato.

24 febbraio 2011 · Simone di Saintjust

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cambiali non pagate. Clicca qui.

Stai leggendo Cambiali non pagate Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 24 febbraio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

cerca