Cambiali da non firmare per evitare protesto dopo finanziamento

Finanziamento e firma cambiali

Sono stato contattato da Creditech per il recupero di circa 2350 euro per i quali Compass mi ha notificato a dicembre la decadenza del beneficio del termine. Io vorrei pian piano saldare quanto dovuto, ma come unica possibilità di farlo, Creditech mi ha proposto la cambializzazione del debito residuo. Ho letto su questo sito di evitare di firmare cambiali, ma non mi danno alternative.

Che fare ?

Sono intestatario di una automobile, ho finalmente un lavoro regolare che mi permette da ora in poi di pagare un pò alla volta quel debito e sono anche intestario di un conto corrente bancario.

Le cambiali protestate costituiscono titolo esecutivo

Deve essere consapevole che firmando le cambiali, la prima che sgarra va in protesto e costituisce titolo esecutivo.

Quindi può anche firmarle, ma solo se ritiene l'accordo vantaggioso e soprattutto se l'importo delle rate è sicuramente sostenibile per la sua situazione finanziaria.

Altrimenti, cade dalla padella alla brace.

24 agosto 2014 · Annapaola Ferri

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita e briciole di pane

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cambiali da non firmare per evitare protesto dopo finanziamento. Clicca qui.

Stai leggendo Cambiali da non firmare per evitare protesto dopo finanziamento Autore Annapaola Ferri Articolo pubblicato il giorno 24 agosto 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

cerca