Box autovelox » il parere del ministero dei trasporti

Continua la diatriba sulla legittimità dei box autovelox: vediamo quali sono gli sviluppi della vicenda.

I cosiddetti box autovelox, ovvero gli armadietti destinati a contenere i misuratori di velocità possono essere posizionati su qualunque tratto di strada.

Infatti, questi apparecchi possono essere anche dei validi dissuasori di velocità, a condizione che ospitino, anche non continuativamente, i dispositivi misuratori della velocità dei veicoli.

A chiarirlo è il Ministero dei trasporti con il parere numero 1870/14.

I box autovelox possono essere posizionati su qualunque tratto di strada anche a titolo di semplici dissuasori, purché vengano effettivamente impiegati, anche solo saltuariamente, con gli strumenti elettronici e l'eventuale presidio degli organi di polizia.

Ciò è stato ribadito dal Ministero dei trasporti con il parere numero 1870 del 18 aprile 2014.

A parere del Ministro Maurizio Lupi, infatti, questi manufatti sono generalmente inutili e pericolosi.

Ma gli organi del suo Dicastero da sempre hanno fornito una interpretazione molto più permissiva che viene confermata anche nel parere in esame indirizzato, tra l'altro, all'Anci e al Capo Gabinetto del Ministero delle infrastrutture.

Questi apparecchi porta autovelox comunemente definiti Velo box, Velo ok o Speed Check o semplicemente armadietti, possono essere realizzati in materiale plastico o metallico a seconda delle esigenze operative degli organi di vigilanza.

Non trattandosi di componenti della segnaletica stradale, questi strani apparecchi, a parere degli organi tecnici, non richiedono approvazioni di nessun tipo e possono pertanto essere installati su qualsiasi tratto di strada purché non costituiscano pericolo alla circolazione.

A parere del ministero, non serve neanche un impiego costante dei misuratori per legittimarne l'uso e la posa in opera.

In parole povere, quindi, questi manufatti colorati possono essere anche dei validi dissuasori di velocità, a condizione che ospitino anche non continuativamente, i dispositivi misuratori della velocità dei veicoli.

20 maggio 2014 · Giuseppe Pennuto

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , , ,

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su box autovelox » il parere del ministero dei trasporti. Clicca qui.

Stai leggendo Box autovelox » il parere del ministero dei trasporti Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 20 maggio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria multe da autovelox t-red tutor photored telelaser scout speed Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca