Ma il bonus bebè non è era già operativo nel 2014?

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Come noto, il bonus bebè era stato introdotto nella legislazione del 2014: per il 2015, infatti, sono usufruibili quasi tutte le agevolazioni e i bonus del 2014, ci sono alcune novità, però, soprattutto introdotte dalla Legge di Stabilità 2015 (legge 190/2014).

Con la legge di stabilità 2015 è stata sancita la reintroduzione del bonus bebè, ovvero la corresponsione di un assegno per nati e adottati nel triennio 2015/2017.

Già previsto dal 2014, ma non ancora operativo, il nuovo fondo nuovi nati istituito a partire dal 2014 al posto del precedente fondo credito nuovi nati.

Per gli interventi in favore della famiglia vengono assegnati anche altri fondi (112 milioni di euro) destinati in parte allo sviluppo dei servizi socio-educativi per la prima infanzia e in parte ad alimentare il già esistente “fondo per la distribuzione delle derrate alimentari alle persone indigenti” che finanzia programmi nazionali di distribuzione svolti da organizzazioni caritatevoli (mense per i poveri, distribuzione cibo, etc.).

Nell'intervento di oggi, però, ci occuperemo principalmente del bonus bebè.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info