Bollo auto - decadenza per notifica avviso di accertamento e cartella esattoriale

Occorre considerare che in tema di bollo auto, oltre all'avviso di accertamento, anche la cartella esattoriale deve essere notificata entro il decorso del terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento.

Proprio in riferimento a quest’ultimo punto, occorre far presente che la notifica di un atto amministrativo (avviso di accertamento, cartella esattoriale o ingiunzione fiscale) seppur comporti l'interruzione dei termini di prescrizione - i quali comunque ricominciano dal giorno successivo - non ne determina la trasformazione nel più lungo termine decennale, come previsto dall'articolo 2953 cc. (si veda in tal senso la sentenza della Corte di Cassazione numero 12263 del 25/05/2007).

Secondo la Suprema Corte, pertanto, la notifica di un avviso di liquidazione non fa altro che interrompere il precedente termine triennale, il quale ricomincerà nuovamente a decorrere dal giorno successivo (in pratica, dopo la notifica di un accertamento ricomincia un nuovo termine triennale).

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su bollo auto - decadenza per notifica avviso di accertamento e cartella esattoriale. Clicca qui.

Stai leggendo Bollo auto - decadenza per notifica avviso di accertamento e cartella esattoriale Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 16 marzo 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 14 gennaio 2017 Classificato nella categoria bollo auto prescrizione e decadenza Inserito nella sezione prescrizione dei debiti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info