Bollo auto - esenzione dal pagamento solo con perdita di proprietà

Sfortunatamente si, bisogna pagare: infatti, sono esentati dal pagamento del bollo auto solo coloro che, mediante idonea documentazione, attestino inequivocabilmente all'ACI o agli uffici del registro o delle entrate la perdita della proprietà o della disponibilità dell'autoveicolo.

Per idonea documentazione, si parla di:

  1. provvedimenti giurisdizionali definitivi;
  2. atti e provvedimenti definitivi di autorità amministrative;
  3. atti pubblici di vendita o privati con firma autenticata nelle forme di legge;
  4. denunce di furto o di appropriazione indebita;
  5. dichiarazione di rottamazione del veicolo rilasciata da imprese autorizzate;
  6. decorrenza effetti;
  7. dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

La procura a vendere, quindi, non rientra nella documentazione richiesta.

Questo perché è un atto mediante il quale un soggetto viene delegato e autorizzato dal proprietario del veicolo a procacciare potenziali acquirenti, anche se non elimina la possibilità a quest’ultimo di continuare a utilizzare l'automobile.

Nonostante ciò, la legge, con l'articolo 5, comma 44, del decreto legislativo numero 953 del 1982, prevede la possibilità di interrompere il pagamento del bollo.

Questo però, solo a patto che, in seguito alla rogazione della procura speciale tra il proprietario del veicolo e il concessionario, quest’ultimo inserisca la vettura nell'elenco “esenzioni” e lo trasmetta, nei tempi previsti dalla normativa vigente, all'ente preposto al controllo delle tasse automobilistiche.

Tramite questo atto, l'Amministrazione finanziaria viene a conoscenza della perdita del possesso dell'autoveicolo da parte del proprietario, così da poter disporre l'interruzione dell'obbligo del pagamento del bollo auto.

Altrimenti, l'Amministrazione avrà pieno titolo per richiedere il pagamento del bollo auto, poiché il proprietario risulterà, dai pubblici registri, in possesso del mezzo.

Cosicchè non resterà che pagare quanto richiesto e successivamente rivolgersi all'autorità giudiziaria affinché accerti la condotta negligente del concessionario, in modo da poter sperare in un risarcimento danni.

4 febbraio 2013 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , , , , , , ,

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su bollo auto - esenzione dal pagamento solo con perdita di proprietà. Clicca qui.

Stai leggendo Bollo auto - esenzione dal pagamento solo con perdita di proprietà Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 4 febbraio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi tasse tributi contributi - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


cerca