Bollette di energia elettrica e/o gas » A partire dal 1 giugno 2016 nuovi termini di fatturazione e indennizzi automatici

A partire dal 1 Giugno 2016, per quanto riguarda le bollette di gas ed energia elettrica, scattano nuovi obblighi di fatturazione per i fornitori, relativamente a tutti i casi di chiusura della fornitura, intesa come cessazione del contratto tra utente e venditore per disattivazione, voltura, cambio del venditore stesso.

Bollette di chiusura in tempi rapidi e certi, incentivi all'autolettura e nuovi indennizzi automatici ai consumatori.

Già, perché a partire dal 1 Giugno 2016 sono entrati in vigore i nuovi interventi in tema di fatturazione di chiusura approvati dall'Autorità per l'energia elettrica il gas e il servizio idrico che saranno validi per i clienti domestici e i piccoli consumatori del settore elettrico e gas, sia nel mercato libero, sia nei regimi di tutela.

Ma in sostanza, cosa cambia?

In linea piuttosto generale, l'emissione delle fatture di chiusura dovrà avvenire al più tardi 8 giorni prima dallo scadere dei tempi previsti per la ricezione (6 settimane dalla cessazione della fornitura) o entro 2 giorni prima in caso di recapito della bolletta via mail o web.

Per effettuare la fatturazione il venditore è obbligato a rispettare una specifica priorità nell'uso dei dati forniti dal distributore: primariamente i dati di misura effettivi, in subordine le autoletture validate e da ultimo i dati stimati dal distributore.

Se non sono disponibili i consumi reali, il venditore dovrà comunque emettere una fattura basata sull'autolettura inviata dal cliente ma non ancora validata dal distributore, se comunicata, oppure basata sui consumi stimati dal venditore stesso, indicando però al cliente che la fattura potrà essere oggetto di ulteriore conguaglio quando il distributore metterà a disposizione i dati.

Per limitare i casi di fatture basate su dati stimati viene poi disciplinato l'utilizzo dell'autolettura del cliente.

Nei casi di cambio venditore o di voltura di utenti non dotati di smart meter nel settore gas o con contatori non telegestiti in quello elettrico, potranno effettuare l'autolettura comunicandola al venditore.

A tal proposito vengono introdotti, a carico dei venditori, ulteriori obblighi informativi verso i clienti sulla possibilità di uso dell'autolettura, le modalità e i tempi per effettuarla.

Il venditore, a sua volta, mantiene gli obblighi di comunicazione del dato al distributore ai fini della validazione.

Cerchiamo, però, di affrontare la questione un po' più da vicino.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su bollette di energia elettrica e/o gas » a partire dal 1 giugno 2016 nuovi termini di fatturazione e indennizzi automatici.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.