Bollette del gas » Dal 1 ottobre 2013 parte la terza riduzione

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Nuovi risparmi per le bollette del gas. Dal primo ottobre dovrebbe esserci la terza riduzione di prezzo del gas, che dovrebbe portare a una riduzione cumulata quanto meno al 7% sul periodo aprile-dicembre.

L'annuncio è del presidente dell'Autorità per l'energia, Guido Bortoni.

Con la riduzione del 4,2% di aprile e dello 0,6% di luglio, il calo sarà dunque almeno del 2%. La notizia è stata data nel corso dell'audizione in Commissione Industria del Senato.

Il presidente dell'Autorità per l'Energia Bortoni ha sottolineato anche l'importanza del fatto che questa riduzione arrivi dal primo ottobre visto che è il trimestre in cui si registra un picco dei consumi.

Per le associazioni dei consumatori, però, la flessione è ancora esigua.

Se infatti è vero che nel periodo aprile-dicembre le bollette del gas caleranno quasi del 7%, è altrettanto vero che negli ultimi anni nel nostro paese le tariffe energetiche hanno registrato una serie di rincari che portano i cittadini italiani a pagare bollette più salate rispetto alla media Ue.

Gli aumenti, per il Codacons, hanno superato soglie d'emergenza.

Nella seconda metà del 2012, rispetto all'anno precedente, le famiglie italiane hanno visto crescere la loro bolletta elettrica dell'11,2% contro una media europea del 6,6%, mentre per il gas l'incremento è stato del 10,6%, contro una il 10,3% del resto d'Europa.

A causa dei rincari registrati nel nostro paese prima del 2013, per il gas le famiglie italiane hanno speso lo scorso anno 9,5 euro per 100kWh a fronte di un prezzo medio Ue di 7,2 euro.

È evidente quindi come una riduzione del 2% delle tariffe del gas non possa ancora compensare la maggiore spesa sostenuta dalle famiglie tra il 2011 e il 2012 e gli italiani continuano a pagare bollette più salate rispetto alla media Ue.

26 settembre 2013 · Carla Benvenuto

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.