Consigli utili su come leggere la bolletta elettrica

Nella pagina frontale della bolletta sono indicati i dati di fornitura e il riepilogo degli importi fatturati. Per quanto riguarda i dati di fornitura, nella bolletta viene solitamente indicato il tipo di tariffa, la potenza impegnata e il consumo annuo in Kilowattora.

La tariffa D2 è applicata ai contratti stipulati nelle abitazioni di residenza con impegno di potenza non superiore ai 3kilowatt (oltre i 3 kw si applica la tariffa D3) e viene aggiornata annualmente dall'Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico (Aeeg).

Le tariffe applicate, inoltre, possono essere mono-orarie, con un unico prezzo per tutte le ore del giorno, oppure bi-orarie e multi-orarie, con prezzi differenti per le diverse fasce orarie di utilizzo dell'elettricità.

La potenza impegnata, invece, è il livello di potenza reso disponibile dal fornitore ed è ciò che permette alle famiglie di utilizzare più elettrodomestici contemporaneamente, mentre la voce consumo annuo Kwh indica la quantità di energia utilizzata nell'arco di 365 giorni e serve per avere una stima della spesa annua.

Sotto i dati di fornitura, si trova il riepilogo delle letture e dei prelievi fatturati. Qui è possibile vedere le letture dei contatori per le tre differenti fasce orarie, F1 (ad alto costo, dalle 8.00 alle 19.00), F2 e F3 (a basso costo, dalle 19.00 alle 8.00), e i rispettivi consumi in kilowattora.

Da questo specchietto è facile capire in quale fascia orario sia concentrata la maggior parte dell'utilizzo di elettricità.

Come accennato nei precedenti paragrafi, nel riepilogo degli importi fatturati sono indicate le differenti voci che concorrono a generare il costo totale della bolletta: i servizi di vendita, che corrisponde al prezzo dell'energia; i servizi di rete, quindi trasporto, distribuzione e gestione del contatore; l'imposta nazionale erariale di consumo; l'Iva, calcolata nella misura del 10% dell'imponibile (servizi di vendita+servizi di rete+imposta nazionale erariale di consumo).

Sul retro delle bolletta, invece, si trova il dettaglio di tutti gli importi con l'indicazione della tariffa (D2 o D3) per kw/h, composta da una quota fissa, dal corrispettivo di potenza impegnata e dal prezzo dell'energia utilizzata, che varia in relazione ai livelli annui di consumo.

21 febbraio 2014 · Giovanni Napoletano

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su consigli utili su come leggere la bolletta elettrica.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.