Notifica della cartella esattoriale dopo l'avviso di accertamento [Commento 2]

  • nazzareno 17 febbraio 2010 at 11:26

    iao sono nazzareno,mi è arrivata in ingiunzione che segue cosi:il sunnominato salvati nazzareno non ha adempiuto in qualità di debitore principale al pagamento di 627,05E di cui risulta debitore in forza del titolo di credito costituito da verbale registro n.773 del 2423 per ordinanza ingiunzione di pagamento -veicolo targato ——-;art.142 CdS-ritualmente notificato in data 2423 -importo che comprende maggiorazioni per 274,68E spese per 9,02E;l obbligazione sorta in forza del predetto titolo è scaduta 2543 ed è divenuta definitiva,non essendo stata a sua tempo presentata alcuna impugnazione riferita al titolo medesimo;il saldo dei crediti risultanti citati ai precedenti punti è gia stato richiesto mediante i seguenti documenti:ingiunzione di pagamento n.45234 del 2492009
    pertanto il credito risultante dal titolo citato al precedente punto è diventato certo liquido ed esigibile ed occorre procedere al recupero coattivo del medesimo ai sensi dell art.2 del r.d. n. 6391910 e dell art. 36 comma 2 del d.l. 31122007 n. 248 convertito con legge 2822008 n.31.
    in mancanza dell integrale pagamento entro il termine suddetto procederemo all esecuzione forzata con l aggravio di ulteriori interessi(pari all'8,4 per cento in ragione annuale)e spese (ex art. 5 e ss. del t.u. approvato con il citato r.d. 1441910 n. 639),pignoramento,fermo amm.vo…ecc ecc.
    il contribuente può proporre ricorso presso giudice di pace di schio ex art. 22 e ss. l. 6891981

    in quella occasione mi affidai all ass. utenti automobilisti che contestarono il provvedimento e cosi poterono farmi riavere la patente per poter continuare l attività di padroncino.non mi fu notificato mai nulla se non il verbale all atto dell avvenuto ritiro della patente per eccesso di velocità.l'associazione a mia tutela affermava che il telelaser utilizzato fosse fuori norma e che non potevo incorrere nella procedura di ritiro e relative sanzioni.ci fu un udienza,ma non mi fu piu notificato nulla.Tuttavia, la recente giurisprudenza, coordinando l'art. 345 Reg. Es. C. d. S., come chiarito, in via di principio, dalla L. 168/02, con l'art. 142, c.6, C. d. S., ha escluso che la prova delle risultanze possa consistere nella mera lettura del display del Telelaser, ritenendo quale unico elemento probatorio dei rilievo operato, e presupposto di legittimità del verbale su esso fondato, lo scontrino.non avendo nessun scontrino su quel verbale chiedo se è possibile tramite ricorso,impugnare di nuovo l udienza e così poter aver l annullamento dell ingiunzione.grazie

1 2 3 4

Torna all'articolo