Iscrizione di ipoteca sui beni di proprietà del debitore

Si tratta di una procedura cautelare. L'ipoteca garantisce il creditore (in questo caso l'Agente della riscossione) attribuendogli il diritto di essere soddisfatto con preferenza nel caso di espropriazione. L'ipoteca può avere per oggetto beni del debitore (cittadino-contribuente) o di un terzo e si costituisce mediante iscrizione nei registri immobiliari.

Il dl 2 marzo 2012, numero 16, convertito con modificazioni dalla legge 44/2012, ha stabilito nuove soglie di debito per l'iscrizione d'ipoteca: questa misura cautelare non si può applicare se l'importo complessivo del credito è inferiore a 20 mila euro. L'Agente della riscossione, inoltre, non può iscrivere ipoteca nei confronti del contribuente che ha ottenuto la rateazione. L'ipoteca è iscrivibile solo se l'istanza è respinta o se il debitore decade dal beneficio della rateazione.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su iscrizione di ipoteca sui beni di proprietà del debitore. Clicca qui.

Stai leggendo Iscrizione di ipoteca sui beni di proprietà del debitore Autore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 3 giugno 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria pignoramento esattoriale - immobiliare e mobiliare . Inserito nella sezione pignoramento Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info