Autovelox senza logica? Stop! » Lo strumento è illegittimo sulle strade con pochi sinistri

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui o consultando questa sezione.

Multe da autovelox? Lo strumento elettronico è illegittimo sulle strade sicure, ovvero dove avvengono pochissimi sinistri stradali. Interessante sentenza del Consiglio di Stato.

Basta autovelox a go go e senza alcuna logica se non quella di far cassa.

Per la giustizia amministrativa devono essere posti solo sulle strade nelle quali ci sono molti sinistri.

Almeno per quanto riguarda i tratti extraurbani, dove è il prefetto a dover indicare se si deve o meno procedere al rilevamento elettronico della velocità.

Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dal Consiglio di Stato con sentenza 4321/14.

A parere dei Giudici di Palazzo Spada, non devono essere elevati più verbali di multa con l'autovelox sulle strade con pochi sinistri, anche se è difficile fermarsi: il decreto del prefetto che in base al tasso d'incidentalità ordina la rimozione della postazione risulta legittimo.

In parole povere, il Prefetto può autorizzare il posizionamento degli autovelox senza pattuglia, e quindi senza obbligo di contestazione immediata, solo in zone dove davvero serve come forte deterrente per far correre di meno gli automobilisti. Restano esenti le strade dove non si è mai registrato un incidente.

22 settembre 2014 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

multe - contenuti obsoleti

Approfondimenti e integrazioni

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info



Cerca