Multe da autovelox - Segnaletica nascosta

Infine, l'automobilista deve essere a conoscenza del fatto che per la validità del verbale, è necessario che l'autovelox non sia posizionato immediatamente dopo il cartello verticale del limite di velocità. Questo, perchè ciò imporrebbe brusche frenate, pericolose per il traffico.

Inoltre, se la segnaletica in questione è nascosta da alberi, lampioni dell'illuminazione pubblica o, peggio, si trova in curva, tanto da rendersi poco visibile al conducente impegnato nelle manovre di guida, la sanzione deve essere annullata.

A stabilirlo, è una la sentenza 762/2012 del giudice di pace di Terni, che ha vietato il posizionamento seminascosto di qualsiasi autovelox, fisso o mobile.

A presentare ricorso era stato un automobilista umbro che ha vinto la propria battaglia giudiziaria, nonostante l'amministrazione locale avesse segnalato il dispositivo di rilevazione della velocità con ben due appositi cartelli. Questi, però, a parere del giudice non erano posizionati secondo i criteri di legge: uno era collocato troppo in prossimità del rilevatore, secondo i limiti di legge di almeno un chilometro, e l'altro era leggibile a malapena causa alcuni ostacoli.

E, come noto già dal 2007, il Codice della strada prevede all'articolo 142, comma 6 bis, che le postazioni di rilevamento debbano essere indicate in maniera ben visibile.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multe da autovelox - segnaletica nascosta.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.