Autotutela e accesso agli atti – guida pratica [Commento 4]

  • Enrico 10 marzo 2010 at 00:10

    Salve

    leggendo le istruzioni dei modelli 730/2010 e Unico MINI 2010 mi è sembrato che non ci siano indicazioni circa la detraibilità dei canoni di locazione, ma che venga indicata solo la detraibilità per canoni di locazione versati da studenti fuori sede. Vorrei sapere se effettivamente quest'anno non sia prevista la detrazione dei canoni di locazione per tutti coloro che non rientrino nella categoria studenti fuori sede.

    Inoltre mi chiedevo se è possibile dedurre l'imposta di registro versata per la registrazione del canone di locazione.

    Grazie

    • cocco bill 10 marzo 2010 at 14:25

      Deve consultare la sezione VI (pagina 46 istruzioni ufficiali 730/2010)

      RIGO E41 - Detrazione per gli inquilini di alloggi adibiti ad abitazione principale

      Il rigo E41 deve essere compilato dai contribuenti titolari di contratti di locazione di immobili utilizzati come abitazione principale
      che si trovano in uno dei seguenti casi:

      1. hanno stipulato o rinnovato il contratto ai sensi della legge 9 dicembre 1998, n. 431, che disciplina le locazioni di immobili ad uso abitativo;

      2. hanno stipulato o rinnovato contratti cd. convenzionali, secondo quanto disposto dall'art. 2 comma 3, e dall'art. 4, commi 2 e
      3, della legge 9 dicembre 1998, n. 431;

      3. hanno un'età compresa fra i 20 ed i 30 anni e hanno stipulato un contratto di locazione ai sensi della legge 9 dicembre 1998, n. 431. In tal caso è necessario che l'unità immobiliare sia diversa da quella destinata ad abitazione principale dei genitori o di coloro cui sono affidati dagli organi competenti ai sensi di legge.

      Per compilare il rigo indicare:

      • nella colonna 1 (tipologia) il codice:
      ‘1’ se il contribuente si trova nel caso descritto al punto 1;
      ‘2’ se il contribuente si trova nel caso descritto al punto 2;
      ‘3’ se il contribuente si trova nel caso descritto al punto 3.

      Qualora nel corso dell'anno il contribuente si trovi in situazioni identificate con codici differenti, occorre compilare per ognuna di esse un rigo E41 utilizzando un nuovo modello. In tal caso, la somma dei giorni indicati nella colonna 2 dei diversi righi non può essere superiore a 365;

      • nella colonna 2 (N. di giorni) il numero dei giorni nei quali l'unità immobiliare locata è stata adibita ad abitazione principale;

      • nella colonna 3 (Percentuale) la percentuale di spettanza della detrazione nel caso in cui il contratto di locazione è cointestato a più soggetti. Ad esempio, due contribuenti cointestatari del contratto di locazione dell'abitazione principale devono indicare ‘50’. Se il contratto di locazione è stato stipulato da un unico soggetto indicare ‘100’ perché la detrazione spetta per intero.

      Qualora nel corso dell'anno sia variata la percentuale di spettanza della detrazione, occorre compilare per ognuna di esse un rigo E41 utilizzando un nuovo modello. In tal caso, la somma dei giorni indicati nella colonna 2 dei diversi righi non può essere superiore a 365.

      La detrazione d'imposta sarà attribuita dal soggetto che presta l'assistenza fiscale nella misura prevista per ciascuno dei casi sopra descritti. In particolare:

      • se il caso è quello individuato dal codice ‘1’ la detrazione spettante è:
      - di euro 300,00 se il reddito complessivo non supera euro 15.493,71;
      - di euro 150,00 se il reddito complessivo è superiore a euro 15.493,71, ma non a euro 30.987,41; se il reddito complessivo è superiore a quest’ultimo importo non spetta alcuna detrazione;

      • se il caso è quello individuato dal codice ‘2’ la detrazione spettante è:
      - di euro 495,80 se il reddito complessivo non supera euro 15.493,71;
      - di euro 247,90 se il reddito complessivo è superiore a euro 15.493,71, ma non a euro 30.987,41; se il reddito complessivo è superiore a quest’ultimo importo non spetta alcuna detrazione;

      • se il caso è quello individuato dal codice ‘3’ la detrazione spettante è:
      - di euro 991,60 se il reddito complessivo non supera euro 15.493,71; se il reddito complessivo è superiore a quest’ultimo importo non spetta alcuna detrazione.

      Tale detrazione d'imposta spetta per i primi tre anni dalla stipula del contratto e, pertanto, se questo è stato stipulato nel 2009 la detrazione potrà essere fruita oltre che per l'anno in corso anche per il 2010 e il 2011.

      Non mi risulta sia possibile detrarre o dedurre le spese di registrazione del contratto.

1 2 3 4 5 6 33

Torna all'articolo