Autotutela e accesso agli atti – guida pratica [Commento 31]

  • michpaler () 17 luglio 2010 at 06:15

    Alcune domade agli Esperti :
    TARSU
    1) E' possibile notificare cinque anni di mancato pagamento TARSU, comprensivo di sanzioni, interessi e spese di notifica, senza che preventivamente sia stato inviato un avviso bonario, limitato alla tassa, senza spese aggiuntive?
    2) Un'istanza di riesame in autotutela non interrompe i sessanta giorni previsti per pagare con la sanzione ridotta o per effettuare un ricorso?
    3) Una cartella Equitalia riferita a TARSU anni 2002, 2003, 2004, 2005 e 2006 può essere seguita da una seconda cartella limitata all'anno 2005? Se non sbaglio, esiste una norma di Legge secondo la quale tale operazione non dovrebbe essere possibile (per il medesimo anno, cioé, non possono essere emesse due cartelle TARSU).
    ICI
    Nel 2008, mi perviene una notifica ICI per gli anni 2002, 2003 e 2004, anche in questo caso senza avviso bonario.
    Pago l'imposta base 2003 e 2004 ma avanzo ricorso per le sanzioni (non dovute in base al comma 1 dell'art. 74 della Legge 21 Novembre 2000, n. 342) e perchè il 2002 dovrebbe essere prescritto. Alcuni mesi dopo mi vedo restituire la somma versata, senza che qualcuno mi scriva per spiegarmi che cosa sta succedendo.
    Dopo alcuni mesi ancora, mi rivedo notificare le medesime richieste per per le quali c'era (e c'é ancora adesso) in piedi un ricorso. Non ritenendo di poter fare un secondo ricorso, non ho fatto nulla.

    Di quanto tempo disponela Commissione tributaria per emettere una sentenza?

    Potrei avere un Vs graditissimo ed utilissimo parere? Molte grazie e tante cordialità. Michpaler.
    11 Marzo 2010

    e perchè, secondo me, il 2002 é già presritto.

    Che ne penste?

    • cocco bill 17 luglio 2010 at 06:20

      1) cosa intende per avviso bonario? La cartella esattoriale è preceduta da un avviso in cui si quantifica l'importo preteso, con legittime sanzioni ed interessi per omesso o ritardato pagamento. Se non si paga e non si fa ricorso seguono iscrizione a ruolo e cartella esattoriale. E neanche si può pretendere di pagare in ritardo senza sanzioni ed interessi. L'avviso è bonario solo perchè si risparmiano le spese di riscossione coattiva prima dell'iscrizione a ruolo.

      Poi, va sempre verificato che l'atto che si presume non ricevuto sia stato effettivamente non notificato o notificato con vizio. Non vorrei apparire il difensore di Equitalia (sarebbe il colmo per me) ma credo si debba cominciare ad usare qualche "FORSE".

      Un qualsiasi atto può essere notificato correttamente per compiuta giacenza in caso di temporanea irreperibilità del destinatario. Prima di trarre conclusioni vanno acquisite le relate di notifica degli enti impositori.

      2) L'istanza di autotutela non sospende i termini per presentare un ricorso. E' un'operazione che va fatta con cautela e checché possa assicurare il funzionario dell'ente impositore, il rischio è a carico del solo contribuente (mentre si attende l'accoglimento dell'istanza di autotutela, scadono i termini per presentare ricorso).

      3) Una qualsiasi cartella non può essere riemessa se impugnata e riconosciuta nulla o illegittima, semplicemente rimuovendo da essa i vizi di legittimità. Il ricorso doveva farlo, se le imposte erano le stesse. Adesso anche se vince il primo ricorso, dovrà pagare comunque la seconda cartella.

      4) Per una sentenza la CTP prende il tempo che ci vuole, purtroppo. La magistratura tributaria funziona come quella ordinaria. E dunque, se i tempi sono lunghi bisogna solo denunciarla alla Corte Europea.

1 29 30 31 32 33

Torna all'articolo