Autotutela e accesso agli atti – guida pratica [Commento 15]

  • Ponzio Vincenzo 10 marzo 2010 at 18:00

    Salve, sono un lavoratore dipendente e ho una figlia non convivente di 28 anni, che ha redditi all'incirca di 5.000 euro all'anno per lavori "a progetto".Non sono nè sposato nè vivo con la madre ,la quale ha anche un reddito più alto del mio . Mia figlia dovrà sostenere una spesa di circa 1.500 euro dal dentista. E' possibile intestare la fattura a me, per poter recuperare qualcosa ?(visto che ho pagato io questa cifra), o la regola dice che può usufruirne solo il genitore con il reddito più alto?
    Grazie!
    Enzo

    • cocco bill 11 marzo 2010 at 07:30

      Sua figlia non è a carico fiscale per il 2009 avendo percepito un reddito lordo superiore a 2840,51 euro. Deve lei (sua figlia) presentare dichiarazione dei redditi per detrarre il detraibile.

      Qualora non ci fosse capienza per le detrazioni spettanti a sua figlia, le può compilare il rigo E2 del suo 730. Il rigo E2 deve, infatti, essere compilato dal contribuente che ha sostenuto le spese sanitarie relative a patologie esenti dalla partecipazione alla spesa sanitaria pubblica, per conto di familiari non fiscalmente a carico, per le quali le relative detrazioni non trovano capienza nell'imposta da questi ultimi dovuta.

      La parte di detrazioni che non ha trovato capienza nell'imposta del familiare è desumibile dalle annotazioni del mod. 730-3 o dal quadro RN del Modello UNICO di quest’ultimo (sua figlia, nel caso specifico).

1 13 14 15 16 17 33

Torna all'articolo