La perdita dei documenti

In caso di furto o smarrimento della carta di circolazione, il proprietario del veicolo deve presentare denuncia all'autorità di Pubblica Sicurezza (di solito ai Carabinieri o alla Polizia) entro 48 ore. Gli sarà così consegnato un permesso provvisorio di circolazione che è valido per 90 giorni

.

Entro questo termine il proprietario del veicolo dovrebbe ricevere per posta, al proprio indirizzo di residenza, il duplicato della carta di circolazione.

Se il duplicato non arriva entro i 90 giorni previsti, la validità del permesso provvisorio di circolazione è automaticamente prorogata fino al momento della consegna del duplicato.

Nel caso in cui la carta di circolazione dovesse essere distrutta, si segue lo stesso procedimento.

Se invece la carta di circolazione risulta deteriorata in modo tale da rendere illeggibili i dati su di essa riportati, il proprietario del veicolo, personalmente o tramite agenzia, deve presentare una domanda all'Ufficio provinciale del Dipartimento dei Trasporti Terrestri (quella che prima si chiamava Motorizzazione Civile) che rilascia il duplicato entro 30 giorni.

Quando il furto, smarrimento o distruzione riguarda il certificato di proprietà o il foglio complementare, occorre sempre presentare la denuncia all'autorità di Pubblica Sicurezza e poi richiedere al PRA il rilascio di un duplicato, utilizzando l'apposito modulo.

La firma sulla domanda presentata al PRA deve essere autenticata, e occorre allegare l'originale o una copia conforme della denuncia oppure una dichiarazione sostitutiva con cui si attesta di avere presentato la denuncia.

Se invece il certificato di proprietà o il foglio complementare sono gravemente deteriorati, ma consentono di leggere il numero di targa, non occorre la denuncia ed è sufficiente richiedere il duplicato allegando il documento deteriorato.

Le cose sono più complicate in caso di furto o smarrimento della targa del veicolo.

Naturalmente occorre la denuncia all'autorità di Pubblica Sicurezza, sempre entro 48 ore dalla constatazione.

Nei 15 giorni successivi alla denuncia di furto o smarrimento il veicolo può circolare con una targa provvisoria, realizzata in proprio, con le stesse dimensioni e collocazione della targa originale.

Dopo 15 giorni, se la targa non viene ritrovata, il proprietario del veicolo deve richiedere (anche tramite agenzia) una nuova immatricolazione all'Ufficio provinciale del Dipartimento dei Trasporti Terrestri, presentando domanda sull'apposito modulo, con allegati l'originale o copia autenticata della denuncia, le ricevute dei versamenti richiesti e la vecchia carta di circolazione, se non è stata anch'essa rubata.

L'Ufficio rilascia subito le nuove targhe.

Il procedimento è lo stesso in caso di distruzione della targa, ma in questo caso la richiesta di nuova immatricolazione deve essere presentata immediatamente e non è consentita la circolazione con targa provvisoria.

Invece in caso di deterioramento della targa (deformata, scolorita a altro) non occorre la denuncia all'autorità di Pubblica Sicurezza e le nuove targhe vengo-no rilasciate in seguito alla sola domanda presentata al Dipartimento dei Trasporti Terrestri, allegando le targhe precedenti, le ricevute dei versamenti e la vecchia carta di circolazione.

In ogni caso, quando si cambiano le targhe, è necessario richiedere entro 60 giorni la nuova iscrizione al Pra, restituendo il vecchio certificato di proprietà o foglio complementare, ma non si pagano le imposte di trascrizione, dato che l'intestatario rimane lo stesso.

Autorizzazione a circolare all'estero

Per portare all'estero un'automobile (o qualsiasi altro veicolo targato) intestato a un'altra persona, occorre sempre farsi rilasciare una delega a condurre il veicolo (detta anche
"autorizzazione a circolare"), che deve essere autenticata da un notaio.

9 febbraio 2016 · Andrea Ricciardi

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.