Vendita coattiva dell'immobile - Viziata da nullità se le regole cambiano a gioco ormai iniziato

Il termine per il versamento del saldo del prezzo da parte di chi si è già reso aggiudicatario del bene espropriato va reputato perentorio e non prorogabile, per il rispetto di quelle condizioni di forma, sostanza e tempo che devono non solo essere conoscibili e chiare fin dall'avvio di quello, ma soprattutto rimanere tali e restare ferme per tutto lo sviluppo successivo e fino all'emanazione del decreto di trasferimento del bene, onde evitare il mutamento delle regole a gioco ormai iniziato ed avviato.

Solo in tal modo, infatti, sono mantenute l'uguaglianza e la parità delle condizioni iniziali tra tutti i potenziali partecipanti alla gara di aggiudicazione e, quindi, l'affidamento dei potenziali partecipanti relativamente alla trasparenza, alla coerenza ed all'immutabilità delle condizioni imposte dal giudice dell'esecuzione. Eventuali modifiche delle condizioni di gara intervenute dopo l'avvio potrebbero metterne a rischio regolarità ed esito dal momento che influirebbero sulle determinazioni di ciascun potenziale offerente circa la sua partecipazione alla stessa.

Nell'espropriazione immobiliare il termine per il versamento del saldo del prezzo da parte di chi si è già reso aggiudicatario del bene va reputato perentorio e non prorogabile, tanto ricavandosi dalla necessaria immutabilità delle iniziali condizioni del procedimento di vendita, quale appunto il termine di versamento del prezzo: immutabilità di decisiva importanza nelle determinazioni dei potenziali offerenti e quindi del pubblico di cui si sollecita la partecipazione, perché finalizzata a mantenere, per tutto lo sviluppo della vendita coattiva, l'uguaglianza e la parità di condizioni iniziali tra tutti i potenziali partecipanti alla gara e, di conseguenza, sulla trasparenza assicurata dalla coerenza ed immutabilità delle condizioni tutte.

Così si sono espressi i giudici della Corte di cassazione nella sentenza 11171/15.

19 ottobre 2015 · Ludmilla Karadzic

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , ,

pignoramento ed espropriazione della casa - procedura esattoriale, pignoramento ed espropriazione della casa - procedura ordinaria, sentenze e ordinanze della Corte di cassazione in tema di sequestro pignoramento ed espropriazione

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su vendita coattiva dell'immobile - viziata da nullità se le regole cambiano a gioco ormai iniziato. Clicca qui.

Stai leggendo Vendita coattiva dell'immobile - Viziata da nullità se le regole cambiano a gioco ormai iniziato Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 19 ottobre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria pignoramento ed espropriazione della casa - procedura esattoriale Inserito nella sezione pignoramento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info



Cerca