Le caratteristiche delle coperture assicurative emerse nell'indagine conoscitiva dell'Ivass

I prodotti esaminati sono in genere polizze collettive offerte ad un bacino di utenza ampio, eterogeneo e accomunato unicamente dalla circostanza di essere fruitore di un medesimo bene/servizio principale.

Il modello contrattuale utilizzato è, quindi, l'assicurazione per conto altrui o per conto di chi spetta, caratterizzato dalla scissione tra il contraente (partner commerciale) e l'assicurato.

In linea generale, le condizioni contrattuali ed economiche sono le medesime per ogni cliente.

Le motivazioni fondamentali alla base del fenomeno delle polizze abbinate sono sostanzialmente quattro, non necessariamente esclusive:

  • risposta ad una effettiva esigenza della clientela;
  • finalità di commercializzazione e competitività del prodotto
  • interesse per una significativa fonte di remunerazione da parte del produttore e/o distributore;
  • finalità di copertura dei rischi del distributore in qualità di produttore del bene o di
    fornitore del servizio principale.

Le formule di abbinamento si presentano diversificate:

  • il contratto assicurativo abbinato presenta un collegamento funzionale con il contratto principale, per cui il primo risente delle vicende del contratto a cui accede;
  • non sussiste alcun collegamento e il contratto principale è solo l'occasione per commercializzare un prodotto assicurativo;
  • il collegamento funzionale non deriva da un nesso causale tra i due rapporti, bensi, ad esempio, dal commisurare la prestazione assicurativa dovuta in caso di sinistro alla posizione del cliente rispetto al contratto principale (ad esempio. alcuni prodotti per i correntisti bancari prevedono che l'indennizzo da infortunio sia di importo pari al saldo attivo o passivo del conto corrente/libretto di risparmio al momento dell'evento)

I pacchetti sono riconducibili a due modelli alternativi:

  • le coperture assicurative sono parte integrante di offerte commerciali che comprendono beni e servizi di natura non assicurativa. in tal caso il prodotto assicurativo viene spesso presentato come un benefit, volto a valorizzare il prodotto principale (All lnclusive).
  • le coperture assicurative sono distinte dal bene/servizio principale e ad esso abbinabili.

Tra i prodotti All lnclusive la stragrande maggioranza (89,2Yo) prevede un'adesione automatica da parte del cliente.

In relazione a due prodotti del settore Viaggi l'adesione avviene mediante un meccanismo di opt out, consistente nel presentare al cliente garanzie assicurative pre-selezionate, gravando in tal modo quest'ultimo dell'onere di deselezione qualora non intenda acquistarle.

Tra i prodotti abbinabili al bene principale, oltre il 93% prevede, invece, un'adesione mediante consenso espresso del cliente.

Sono emersi 6 casi in cui l'adesione al contratto avviene in base al silenzio/assenso del contraente, modalità quest'ultima non compatibile con un prodotto autonomo rispetto al bene/servizio principale, con un costo indicato separatamente e sostenuto dall'assicurato.

Venendo all'analisi del canale distributivo dei prodotti in argomento, è emersa una prevalenza del canale Agenziale, seguito dai Brokers e dagli Sportelli bancari o postali.

Si evidenzia, tuttavia, che per questa tipologia di prodotti lo stesso soggetto in partnership con l'impresa di assicurazioni, contraente delle polizze collettive, rivolgendosi spesso ad un bacino di utenza ampio e indifferenziato, svolge di fatto un ruolo attivo nel collocamento dei prodotti, anche nei casi in cui non sia egli stesso intermediario assicurativo (si pensi alle società che forniscono Gas, Energia Elettrica o Acqua o alle Agenzie di viaggio)

Si ricorda che per tali attività, al ricorrere di certe condizioni, la normativa vigente in materia di
intermediazione assicurativa non prevede obblighi di iscrizione nel Registro degli intermediari assicurativi.

Permangono tuttavia obblighi di comportamento e di informativa a favore del cliente.

La durata delle coperture è nella maggioranza dei pacchetti allineata con la durata del
contratto principale (72% dei casi), ossia venendo meno quest'ultimo cessa automaticamente anche la copertura assicurativa.

Nel 25% dei casi la durata è autonoma, mentre nel restante 3% non è stato possibile ricondurre la stessa ad una delle citate categorie.

ll 9% dei pacchetti prevede un'apposita richiesta del cliente per l'esercizio del diritto di
recesso in caso di cessazione del rapporto sottostante.

Sono stati ravvisati tuttavia casi in cui il recesso esplicito è richiesto pur in presenza di contratti ad adesione automatica.

Tale asimmetria di comportamento appare pregiudizievole per il consumatore.

Con riguardo ai costi dei prodotti in questione, in circa il 46% dei casi il premio è indicato esplicitamente e distinto dal costo del bene/servizio principale.

Nei restanti casi le imprese dichiarano che la prestazione assicurativa è a titolo gratuito per l'assicurato (una sorta di benefit) o che è inclusa nel prezzo generale del pacchetto.

Complessivamente circa il 61% dei pacchetti presenta coperture assicurative il cui premio e inferiore ai 30 euro, mentre si attesta al 23% l'incidenza relativa a quelli con premi superiori ai 100 euro.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su le caratteristiche delle coperture assicurative emerse nell'indagine conoscitiva dell'ivass.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.