Assegno sociale 2014 » Limiti di reddito ed informazioni utili

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui o consultando questa sezione.

1. Assegno sociale » Limiti di reddito per il 2014 ed informazioni utili
2. Requisiti per beneficiare dell'assegno sociale nel 2014
3. Altre informazioni sull'assegno sociale

Assegno sociale » Limiti di reddito per il 2014 ed informazioni utili

L' assegno sociale è una prestazione di carattere assistenziale che prescinde del tutto dal versamento dei contributi e spetta ai cittadini che si trovino in condizioni economiche disagiate ed abbiano situazioni reddituali particolari previste dalla legge.

Il diritto alla prestazione è accertato in base al reddito personale per i cittadini non coniugati e in base al reddito cumulato con quello del coniuge, per i cittadini coniugati.

Non è reversibile ai familiari superstiti ed è inesportabile. Pertanto non può essere erogato all'estero.

Il soggiorno all'estero del titolare, di durata superiore a 30 giorni, comporta la sospensione dell'assegno fino al rientro in Italia.

L’Assegno sociale ha sostituito la Pensione sociale dall'1.1.1996.

L’assegno sociale è concesso con carattere di provvisorietà e la verifica del possesso dei requisiti reddituali e di effettiva residenza viene fatta annualmente.

Vediamo quali sono i requisiti per accedervi nel 2014.

Requisiti per beneficiare dell'assegno sociale nel 2014

Può ottenere l'assegno sociale, almeno per quanto riguarda il 2014, chi ha un reddito personale non superiore a 5.818,93 euro e un reddito coniugale (comprensivo cioè anche dei redditi del coniuge) di 11.637,86 euro.

Il reddito personale è costituito dai proventi:

  1. di qualsiasi natura assoggettabili all'Irpef, con esclusione del reddito derivante dalla proprietà o usufrutto della casa di abitazione. Da notare che tra i redditi soggetti all'Irpef, va compreso anche l'assegno periodico di mantenimento percepito per effetto di separazione legale, di divorzio o di annullamento di matrimonio, a condizione che tale importo risulti da provvedimento del giudice;
  2. derivanti da pensioni di guerra (dirette e indirette) e da altre prestazioni assistenziali o previdenziali corrisposte con carattere di continuità a carico dello Stato, di enti pubblici e di Stati esteri.

Se il soggetto non possiede alcun reddito l'assegno sociale viene erogato nella sua interezza (il suo ammontare viene modificato annualmente, per il 2013 l’importo è di 442,30 €, per tredici mensilità pari a 5.749,90 € l’anno).

Se invece il soggetto possiede un proprio reddito l’importo dell'assegno è attribuito in misura ridotta. In questo caso, sarà pagato un importo annuo pari alla differenza tra l'importo intero annuale dell'assegno sociale corrente e l'ammontare del reddito annuale.

Una particolarità consiste nella modalità di calcolo del predetto reddito: per i cittadini coniugati il diritto alla prestazione è accertato in base al reddito cumulato con quello del coniuge.



Altre informazioni sull'assegno sociale

Hanno diritto all'assegno sociale i cittadini italiani, comunitari e stranieri extracomunitari titolari di carta di soggiorno o di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, i quali:

Dal 1° gennaio 2009, per avere diritto all'assegno sociale, come ulteriore requisito occorre avere soggiornato legalmente ed in via continuativa in Italia per almeno 10 anni.

La domanda può essere inoltrata esclusivamente in via telematica attraverso uno dei seguenti canali:

L’assegno sociale decorre dal 1° giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda e in presenza di tutti i requisiti previsti dalla legge (età, cittadinanza, residenza effettiva e dimora abituale in Italia, requisiti reddituali).

La misura massima dell'assegno spettante è determinata dalla differenza tra il limite di reddito previsto annualmente e il reddito dichiarato.

In relazione all'entità del reddito personale e/o coniugale, l'assegno sociale può essere liquidato in misura intera o ridotta.

L’importo mensile dell'assegno è dato dalla misura massima spettante, divisa per 13 mensilità.

5 marzo 2014 · Gennaro Andele

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

isee famiglia lavoro e diritto sostegno al reddito - contenuti obsoleti

Approfondimenti e integrazioni

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info



Cerca