La scadenza del termine di presentazione di un assegno non ne impedisce l'incasso

La scadenza del termine non impedisce di per sè la presentazione dell'assegno al pagamento e la riscossione dello stesso da parte del portatore.

Questo, se lei non ha disposto la “revoca dell'ordine di pagamento”, dopo la scadenza dei termini di presentazione.

8 novembre 2012 · Simone di Saintjust

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la scadenza del termine di presentazione di un assegno non ne impedisce l'incasso.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Luca Prevot 24 novembre 2015 at 18:39

    Assegno non incassato dopo 3 anni, dovrò pagare interessi?

    Salve,
    In banca mi hanno detto che un vecchio assegno non è mai stato incassato, probabilmente se ne sono dimenticati. Prima di comunicarlo al mio creditore però, mi è venuto il dubbio : dovrò pagare interessi, nonostante la dimenticanza non sia mia?

    • Ludmilla Karadzic 24 novembre 2015 at 18:50

      Lei potrebbe anche revocare l'assegno senza subire protesto o iscrizione in CAI, in caso di presentazione del titolo allo sportello, essendo ampiamente decorsi i termini di presentazione. Ci mancherebbe pure che un suo gesto di correttezza e cortesia dovesse arrecarle un danno.