Ho girato un assegno nel 2008 oggi il mio fornitore mi dice che la banca solo oggi nel 2011 ha comunicato che l'assegno è in bianco, ora pretende il pagamento dell'assegno da me

  • dafnae 2 dicembre 2011 at 11:09

    ho girato un assegno nel 2008 oggi il mio fornitore mi dice che la banca solo oggi nel 2011 ha comunicato che l'assegno è in bianco, ora pretende il pagamento dell'assegno da me . Mi risulta invece che anche io avevo 6 mesi dalla presentazione in banca per far valere i miei diritti, che oggi difficilmente posso rivendicare. In oltre la banca in qualità di custode del titolo ne è direttamente responsabile , ed è insieme al mio fornitore che aveva il dovere/interesse di controllare il proprio estratto conto ,colpevole del decorso dei termini . quindi loro possono avvalersi direttamente contro l'emittente senza pretendere da me . E' esatto oppure mi sbaglio?

    • Roberto Petrella 2 dicembre 2011 at 13:16

      La vicenda è poco chiara. In ogni caso l'azione di regresso verso il girante ed il traente si prescrive in sei mesi dal termine di presentazione e, comunque, se l'assegno è protestato.

      Ma, attenzione. Il creditore potrà agire giudizialmente nei suoi confronti (e lei, in qualità di girante, nei confronti del traente) entro i termini di prescrizione propri del rapporto sotteso rispettivamente alla girata dell'assegno ed alla sua emissione, tramite un'azione causale.

      Pertanto, visto che espressamente me lo chiede, è completamente fuori luogo la sua affermazione: " ... loro possono avvalersi direttamente contro l'emittente senza pretendere da me".

1 12 13 14 15

Torna all'articolo

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum