Protesto di assegno postale

Ho richiesto un prestito per l'acquisto di una macchina, ma la richiesta mi è tornata respinta perchè risulto iscritto alla crif con un protesto di assegno postale.

Faccio le indagini (in prefettura non risulta niente) e mi accorgo che alla camera di commercio risulta il protesto per un assegno regolarmente pagato dopo pochi giorni, con liberatoria autenticata dal beneficiario e con liberatoria timbrata dall'ufficio postale due giorni prima della scadenza dei 60 giorni canonici.

Poi non so come e perchè sono stato protestato e segnalata alla camera di commercio.

La mia domanda è questa: c'è modo di cancellarmi dalla Camera di commercio senza aspettare che passi l'anno dalla levata del protesto e senza fare richiesta al tribunale, dimostrando che forse per errore telematico è stato iscritto protesto, oppure devo per forza aspettare?

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su protesto di assegno postale. Clicca qui.

Stai leggendo Protesto di assegno postale Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 13 novembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info