Assegno - obbligo della clausola non trasferibile per assegni di importo pari o superiore a 1.000 euro [Commento 4]

  • andrea 21 marzo 2009 at 00:11

    ho emesso un assegno postale. al momento della presentazione da parte del beneficiario mancavano i fondi. l'ufficio mi ha chiamato e io sono andato (nella stessa giornata) a coprire l'assegno. tale assegno, nei giorni seguenti, mi è stato regolarmente addebitato, con una tassa di 15 euro. dopo qualche settimana mi è arrivato un foglio della posta che diceva che dovevo dimostrare di aver pagato l'assegno e il 10% al beneficiario. perchè, se l'assegno mi è passato regolarmente nel conto? hanno sbagliato a chiedermi questa procedura o no? potevo capire il discorso dei 60 gg etc se non avevo pagato, se non mi era passato nel conto, ma così mi suona strano. e come faccio se l'assegno l'ho emesso in un luogo lontano da casa mia?

1 2 3 4

Torna all'articolo