Cosa vuol dire girare un assegno

Le persone che "girano" l'assegno si assumono la responsabilità della copertura dei fondi; ovvero se il conto sul quale è emesso l'assegno non ha fondi sufficienti, chi ha posto la firma per girata garantirà il pagamento della somma indicata. Esiste la girata piena oppure in bianco.

Nel primo caso si indica il nome della persona a cui si gira l'assegno (es. “per me pagate a Bianco Bianchi”); nel secondo caso si appone solo la firma.

Dunque, attraverso la girata si trasferisce l'assegno ad un altro beneficiario. L'operazione si concretizza apponendo la firma sul retro del titolo. L'assegno può dunque essere incassato subito oppure può essere "girato" più volte.

Briciole di pane - navigare a ritroso nelle sezioni

debiti origine conseguenze tutele
origine dei debiti
assegni cambiali conti correnti e libretti di deposito
assegno - clausole e situazioni particolari
assegno – obbligo della clausola non trasferibile per assegni di importo pari o superiore a 1.000 euro

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cosa vuol dire girare un assegno. Clicca qui.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 2 3

Altri contenuti suggeriti da Google

Struttura del sito ed altre info