Assegno » una guida completa - I presupposti su cui si si basa il funzionamento dell'assegno [Commento 9]

  • Rosaria Proietti 25 aprile 2012 at 16:58

    L'assegno può essere pagabile ad una persona determinata o al portatore (se non viene indicato niente, il titolo si intende emesso al portatore). L'assegno può anche essere emesso all'ordine dello stesso traente (tramite la formula “mio proprio” o simili), generalmente allo scopo di prelevare contanti allo sportello.

    La scadenza del termine non impedisce di per sè la presentazione dell'assegno al pagamento e la riscossione dello stesso da parte del portatore.

    • Rosario Scarnecchia 27 novembre 2016 at 16:58

      Va aggiunto che il traente (colui che ha emesso l'assegno), può cautelarsi rispetto ad una tardiva presentazione disponendo alla propria banca, per iscritto, la revoca dell'ordine di pagamento, dopo la scadenza dei termini di presentazione.

      Così facendo impedisce alla banca sia di pagare il titolo presentato in ritardo, sia di protestarlo, liberandola da ogni responsabilità al riguardo.

1 7 8 9 10

Torna all'articolo