Assegno - Incasso dell'assegno sbarrato

Lo sbarramento di un assegno, ovvero l'apposizione di due sbarre sulla facciata anteriore, comporta l'obbligo per la banca emittente di pagare solo a un'altra banca o ad un proprio cliente (sbarramento generale).

Se fra le due sbarre vi sia apposto il nome di un banchiere, l'assegno potrà essere pagato solo a questo oppure, se esso coincide con il trattario (la banca emittente), ad un suo cliente (sbarramento speciale).

In poche parole il beneficiario di un assegno sbarrato non può riscuoterlo se non versandolo su un conto corrente.

L'eventuale cancellazione dello sbarramento o del nome della banca si considera come mai fatta.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su assegno - incasso dell'assegno sbarrato.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 2 3 4