Assegno familiare e ISEE per convivente non sposato con figlia

Percepisco mensilmente l'assegno familiare

Ho una figlia da una precedente unione. Percepisco mensilmente l'assegno familiare (sono lavoratrice dipendente, la bambina è a mio carico al 100%) e pago la mensa scolastica in base ad una fascia determinata tramite ISEE.

Da 6 mesi il mio nuovo compagno ha trasferito la residenza a casa mia e per questo figurano anche i suoi redditi nel nuovo ISEE (recentemente presentato per la tariffa della mensa che sarà in vigore l'anno prossimo).

La mia domanda è: i redditi del mio convivente devono figurare anche sul modulo ANF per la richiesta dell'assegno familiare?

Anche se la bambina non è sua figlia?

A me sembra di aver capito che la mia situazione rientri nel caso "nuclei familiari con un solo genitore e minore a carico";

Se effettivamente fosse così, per cui il reddito del mio compagno non dovrebbe figurare nel modulo ANF, perchè allora inserirlo nell'ultimo ISEE?

Per quel che riguarda l'assegno Familiare, le cose stanno diversamente

I concetti di nucleo familiare ai fini ANF (Assegno per il Nucleo Familiare) ed ISEE sono diversi. Figuriamoci se lo Stato si lasciava scappare questa ghiotta occasione per complicare un po' le cose ai cittadini.

Nel nucleo familiare ISEE rientrano, di norma, i componenti della famiglia anagrafica, cioè quelli che risultano nello stato di famiglia.

Nel momento in cui il suo compagno ha chiesto residenza presso l'abitazione da lei occupata, non è stata resa alcuna dichiarazione (atto notorio). Per cui l'anagrafe ha ritenuto sussistere (di default) vincoli almeno di affettività fra la famiglia anagrafica già dimorante (la sua) e la famiglia anagrafica del suo compagno.

E' stata costituita così un'unica nuova famiglia anagrafica (stato di famiglia), risultato della fusione fra le due famiglie anagrafiche che sono andate a convivere sotto lo stesso tetto. E, di conseguenza, a meno di situazioni particolari, il nuovo nucleo familiare ai fini ISEE comprende tutti i componenti della nuova, unica, famiglia anagrafica.

Se, giusto per completezza di informazione, lei ed il suo compagno aveste dichiarato che la coabitazione era motivata da ragioni diverse dall'affettività (motivi di lavoro, semplice ospitalità) e che fra voi due non esistevano vincoli di parentela, l'ufficiale d'anagrafe avrebbe aggiunto una nuova famiglia anagrafica a quella già esistente (la sua), in situazione di coabitazione. Parimenti sarebbero restati immutati i due nuclei familiari ISEE.

Questo per quanto attiene il nucleo familiare ISEE.

Per quel che riguarda, invece, l'Assegno Familiare, le cose stanno diversamente. Il nucleo familiare per fruire degli assegni previsti per i lavoratori dipendenti è composto praticamente da:

  1. il richiedente lavoratore;
  2. il coniuge non legalmente ed effettivamente separato;
  3. i figli legittimi o legittimati ed equiparati di età inferiore a 18 anni o maggiorenni inabili senza limiti di età, purché non coniugati;

Non c'è, in questo caso, alcun riferimento alla famiglia anagrafica, ma solo al coniuge non separato (che nel suo caso manca) ed ai figli.

Dunque, lei ha capito benissimo. La sua situazione rientra nel caso dei "nuclei familiari con un solo genitore e minore a carico".

Spero di essere stata in grado di spiegarle perché il reddito del suo compagno è stato inserito nell'ultima dichiarazione sostitutiva unica ISEE.

25 settembre 2012 · Chiara Nicolai

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su assegno familiare e isee per convivente non sposato con figlia.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.