Assegno coperto da bonifico e possibilità di protesto

Assegno coperto da bonifico

Ho effettuato un bonifico da un'altra banca a copertura di un assegno all'atto della presentazione all'incasso dello stesso.

Nel bonifico ho espressamente indicato la causale.

Ho chiesto il cortese ritiro dell'assegno dal creditore che ovviamente, anche se in maniera diversa, ha ricevuto il compenso.

Può il creditore rifiutarsi e farmi protestare ugualmente il titolo?

Scatta il 10% di penale?

Pagando eventualmente il 10% di penale e dimostrando di aver pagato in modo diverso l'assegno sono passibile di protesto?

Assegno protestabile

L' assegno è protestabile perchè non coperto. Indipendentemente dalla sua buona volontà di provvedere mettendo a disposizione l'importo con bonifico bancario.

Il pagamento della sanzione del 10% più le spese, oltre all'importo dell'assegno, se effettuato entro 60 giorni dalla data di presentazione, le eviterà l'iscrizione al CAI e la revoca di sistema per l'emissione di ulteriori assegni per almeno sei mesi.

Inoltre, potrà, decorso un anno dalla levata del protesto, chiedere la riabilitazione al Tribunale.

22 novembre 2012 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità o per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita e briciole di pane

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su assegno coperto da bonifico e possibilità di protesto. Clicca qui.

Stai leggendo Assegno coperto da bonifico e possibilità di protesto Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 22 novembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

cerca