Assegni e iscrizione alla cai (centrale allarme interbancaria)

Per questi due assegni protestati sarà sufficiente pagare l'importo del titolo maggiorato da interessi e spese (ai sensi dell'articolo 9 del dpr 290/1975).

Si faccia rilasciare dai creditori il titolo quietanzato o, in alternativa, il certificato di una banca attestante il deposito, vincolato a al portatore, dell'importo di cui sopra.

Decorso un anno dalla levata del singolo protesto, potrà presentare istanza di riabilitazione al Tribunale competente territorialmente, con il supporto di un avvocato.

In questa occasione le sarà necessario il titolo quietanzato o il certificato di deposito.

Si aspetti, comunque, ulteriori periodi di revoca ed altre sanzioni amministrative pecuniarie disposte dal Prefetto per emissione di assegni a vuoto e recidiva.

20 novembre 2012 · Marzia Ciunfrini

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca