Assegni e bonifici – la data di valuta e di disponibilità non può superare i tre giorni lavorativi [Commento 1]

  • guido ubaldi 28 giugno 2009 at 17:22

    L'intervallo tra la data di versamento e quella di valuta per il beneficiario non potrà superare i tre giorni: L'obiettivo, viene spiegato nella relazione tecnica, è quello di «ridurre il costo delle commissioni bancarie mediante la riduzione per tutti i bonifici, gli assegni circolari e quelli bancari dell'intervallo intercorrente tra la data di versamento e la data di valuta». Per i bonifici e per gli assegni circolari l'intervallo è di un giorno, mentre per quelli bancari non si possono superare i tre giorni. Dal primo novembre «per i medesimi titoli la data di disponibilità economica per il beneficiario non può mai superare rispettivamente 4 e 5 giorni lavorativi successivi alla data di versamento. A decorrere dal primo aprile 2010 la data di disponibilità economica non può mai superare i quattro giorni per tutti i titoli

1 2 3 10

Torna all'articolo