L'intervallo tra la data di versamento e quella di valuta per il beneficiario non potrà superare i tre giorni: l'obiettivo, viene spiegato nella relazione tecnica, è quello di «ridurre il costo delle commissioni bancarie mediante la riduzione per tutti i bonifici, gli assegni circolari e quelli bancari dell'intervallo intercorrente tra la data di versamento e la data di valuta»

  • guido ubaldi 28 giugno 2009 at 17:22

    L'intervallo tra la data di versamento e quella di valuta per il beneficiario non potrà superare i tre giorni: L'obiettivo, viene spiegato nella relazione tecnica, è quello di «ridurre il costo delle commissioni bancarie mediante la riduzione per tutti i bonifici, gli assegni circolari e quelli bancari dell'intervallo intercorrente tra la data di versamento e la data di valuta». Per i bonifici e per gli assegni circolari l'intervallo è di un giorno, mentre per quelli bancari non si possono superare i tre giorni. Dal primo novembre «per i medesimi titoli la data di disponibilità economica per il beneficiario non può mai superare rispettivamente 4 e 5 giorni lavorativi successivi alla data di versamento. A decorrere dal primo aprile 2010 la data di disponibilità economica non può mai superare i quattro giorni per tutti i titoli

1 2 3 6

Torna all'articolo

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info