Antiriciclaggio - assegni e contanti [Commento 12]

  • davide70 11 dicembre 2011 at 16:56

    Salve, con il nuovo decreto Monti che fissa il limite a 1000 euro il pagamento in contanti, posso pagare un'affitto di 1500 euro l'anno suddiviso in due rate semestrali di 750 euro, posso pagare le due rate semestrali in contanti?

    • Giorgio Valli 11 dicembre 2011 at 18:11

      Non può frazionare il pagamento se è in ritardo con le rate. Deve emettere un assegno non trasferibile intestato al proprietario dell'appartamento concessole in locazione pari all'importo di 1500 euro. Oppure paga secondo le scadenze previste, anche in contanti o con assegni trasferibili, se l'importo è inferiore ai mille euro.

    • davide70 11 dicembre 2011 at 22:31

      mi spiego meglio, l'affitto lo sempre pagato come da contratto in due rate da 750 euro, non l'ho mai pagato con rata annuale.

    • Giorgio Valli 12 dicembre 2011 at 04:46

      Se lei deve corrispondere 1500 euro ad un soggetto perchè in ritardo con i pagamenti arretrati, non importa se negli anni precedenti pagava anche 100 euro/mese, deve fare un assegno da 1500 euro non trasferibile, per stare in regola.

    • davide70 12 dicembre 2011 at 11:31

      Allora adesso tutti quelli che pagano l'affitto ogni mese, tre o sei mesi devono pagarlo in rata unica, mi dispiace contraddirla perchè la stessa domanda fatta in altri siti dove la norma viene spiegata in dettaglio, il pagamento frazionato è ammesso per tutti quei pagamenti che per loro natura contrattuale è rateizzato, come i canoni di affitto e gli stipendi delle badanti, a patto che la singola rata non superi il limite dei mille euro.

      La fonte è il CAF di Sassari.

      Grazie.

    • Roberto Petrella 12 dicembre 2011 at 12:26

      Internet è bello anche per questo. Ciascuno si sceglie la risposta che più gli piace o conviene.

      Il CAF di Sassari scrive ovviamente il giusto. Ma, questo è il punto: una volta saltato il pagamento rateale, l'arretrato va pagato per intero e non è frazionabile secondo le modalità che erano contrattualmente previste se si fossero rispettate le scadenze.

      Certo, i canoni mensili arretrati potrebbero essere rimborsati anch'essi a rate, se questo è l'accordo per il rientro dall'esposizione debitoria.

      Quello che è certo, e mi sembrava fosse questo il senso della domanda, se devo pagare 1500 euro non è conforme al disposto dalla legge, emettere un assegno trasferibile da 750 euro oggi e l'altro (sempre trasferibile) domani o dopodomani.

      E, sia chiaro, stiamo discutendo di quisquiglie, su cui, mi sembra, abbiamo perso troppo tempo entrambi.

1 10 11 12 13 14 25

Torna all'articolo