Termini per obbligo di versamento in conto corrente delle pensioni oltre i mille euro

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Dal primo luglio 2012 (legge 26 aprile 2012, numero 44) vige lo stop al pagamento contante delle pensioni oltre i mille euro. Ai fini dell'individuazione del limite dei mille euro, non si tiene conto delle somme corrisposte a titolo di tredicesima mensilità (comma 4-ter).

Inoltre, in base al comma 4-bis, soltanto coloro che percepiscono pagamenti pensionistici erogati dall'Inps devono indicare gli estremi del conto di pagamento per l'accredito delle somme dovute dalla P.A.

E' stata ancora prevista una fase transitoria di tre mesi a partire dal primo luglio 2012. Ma dal primo ottobre 2012, in assenza di un conto corrente intestato al pensionato, l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale tratterrà le somme dovute. L'importo verrà versato solo dopo la comunicazione del codice IBAN del conto corrente, bancario o postale, all'INPS.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 12 13 14