Meccanismo di funzionamento del microcredito

Cerchiamo di riassumere brevemente i congegni su cui tale meccanismo si basa

  1. per l'accesso al microcredito non sono richieste le tradizionali  garanzie economiche;

  2. i finanziamenti vengono erogati a gruppi composti da poche persone, in modo da creare un gruppo responsabile, il "Solidarity Group" o "gruppo di solidarietà". Fondamentale è il rapporto di fiducia che si stabilisce tra gli erogatori del prestito e i gruppi e fra i debitori ed il gruppo di solidarietà a cui essi appartengono. E' evidente la transizione dalle classiche garanzie economiche ad un modello innovativo basato su quelle che vengono definite "garanzie sociali" per la concessione di un prestito;

  3. se un componente del gruppo di solidarietà non può restituire la somma concessagli potrà fare affidamento sugli altri membri del gruppo. La possibilità di inadempienze si riduce in ragione del forte vincolo personale che lega il debitore principale al gruppo di solidarietà  ed in conseguenza del fatto che  la mancata restituzione delle somme ricevute in prestito inibisce la possibilità di accesso al credito a tutti gli altri membri del gruppo di solidarietà;

  4. la scadenza del prestito è su base annuale, ma con rimborso in piccole quote a cadenza settimanale o quindicinale,  da pagare a cominciare dal periodo immediatamente  successivo all'erogazione del prestito. Si evita il rimborso in un' unica soluzione perché spesso la cifra accumulata (maggiorata anche degli interessi)  mette  i debitori nella condizione di non riuscire a restituire il  debito a fine anno. I piani di rientro modulati a cadenza settimanale (o quindicinale) diminuiscono il peso del servizio del debito  e responsabilizzano maggiormente  i debitori;

  5. gli interessi sono spesso alti e ciò spiega la auto-sostenibilità dei progetti di microcredito (anche se su questo aspetto non poche critiche, come vedremo,  vengono mosse al sistema). In talune aree si arriva sino al 20%, ma si tratta, comunque, di tassi  inferiori a quelli bancari previsti per le fasce più povere (soggetti non bancabili con poche o nessuna garanzia reale)  o a quelli del “mercato nero dell'usura”;

  6. i prestiti erogati nell'ambito del microcredito sono generalmente finalizzati alla realizzazione di  progetti di micro imprenditorialità piuttosto  che all'assistenza sociale o alla pura beneficenza e  favoriscono la diffusione di una nuova cultura economica (specie nelle zone  arretrate del mondo) più incline al binomio "iniziativa privata - sostegno dell'investimento". Questo approccio dovrebbe portare  i privati cittadini ad essere più intraprendenti e gli istituti di credito ad orientarsi verso obiettivi di servizio sociale (supporto dell'economia reale) più che ad avulsi  target  di crescita finanziaria (spesso avida, incontrollata e foriera di sventure globali come, negli ultimi tempi, molti di noi hanno avuto modo di constatare sulla propria pelle ).

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca