Antonio Catricalà e il lungo inverno dell'Antitrust [Commento 1]

  • arturo natali 24 ottobre 2010 at 12:26

    Meglio che continuino a rispondere al Contact Center raccogliendo le lamentele dei singoli consumatori. Cosa per la quale, peraltro, basterebbe un forum come questo senza gravare sulle spalle dei cittadini che pagano le tasse ...

    Appena si scontrano con qualche potere forte, gli sceriffi "terribili" diventano mansueti agnellini e "accocchiano", come direbbe Gennarino Esposito, soltanto brutte figure.

    Eccone una, esemplare!

    Il Consiglio di Stato ha respinto i ricorsi fatti dall'Antitrust riguardo alla questione della portabilità dei mutui, annullando le multe, per un totale di 10 milioni di euro, come aveva già fatto il Tar del Lazio.

    Le sentenze sono state pubblicate qualche ora fa sul sito della Giustizia Amministrativa e già hanno aperto un aspro dibattitto e una scia di polemiche. Le multe erano scattate contro gli istituti di credito, una ventina, rei di aver usato pratiche commerciali scorrette rispetto alla normativa sulla portabilità gratuita dei mutui.

    Antonio Catricalà, presidente dell'Antitrust, ha sottolineato: “Siamo profondamente delusi ora aspettiamo la motivazione” della sentenza.

    A lui si è aggiunto anche Carlo Rienzi, presidente dell'associazione dei consumatori: ”decisione pesantissima che danneggia centinaia di migliaia di cittadini italiani” e che conclude: “Le vere vittime della vertenza sono gli utentiancora una volta sconfitti dalla strapotere delle banche. L'Antitrust deve proseguire la sua battaglia utilizzando però strumenti inoppugnabili e inviando la Guardia di finanza nelle sedi degli istituti di credito per verificare in modo certo le pratiche scorrette delle banche”.

Torna all'articolo