La frode nei mezzi di pagamento

L'Ufficio centrale antifrode dei mezzi di pagamento (UCAMP) del Dipartimento del Tesoro, ha il compito di effettuare il monitoraggio delle falsificazioni dell'Euro, prevenire le frodi sui mezzi di pagamento e sugli strumenti deputati all'erogazione del credito al consumo, svolgere attività di formazione di carattere specialistico, a livello nazionale ed internazionale, nei settori di competenza.

Più in particolare, relativamente al monitoraggio dell'Euro, nel contesto del sistema comunitario posto a protezione dell'Euro dalle falsificazioni, istituito con il Regolamento (CE) 1338/2001, l'UCAMP funge da Ufficio centrale italiano per la raccolta e lo scambio, fra organi competenti, dei dati che consentono sia di identificare banconote e monete false attraverso la descrizione tecnica della tipologia di falso sia di effettuare un'analisi strategica del fenomeno delle falsificazioni.

Questa attività di monitoraggio riguarda la valuta individuata nel territorio nazionale e quindi ritirata dalla circolazione dagli intermediari finanziari (banche, uffici postali, società di custodia e trasporto del denaro, ecc.) ovvero sequestrata dalle forze di polizia (Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato). Attraverso l'analisi strategica delle informazioni ricevute, l'UCAMP è costantemente in grado di valutare l'impatto del fenomeno sul sistema economico e finanziario.

L'Ufficio si avvale, oltre che di personale civile, anche di personale della Guardia di Finanza, posto alle dipendenze funzionali del direttore, che gestisce un apposito archivio informatizzato e coopera con le altre forze di polizia. La centralizzazione di tutte le informazioni idonee a facilitare le indagini ed a migliorare la prevenzione e la repressione del fenomeno compete, invece, all'Ufficio centrale italiano del falso monetario (UCIFM). Questo ufficio ha composizione interforze (Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato) ed agisce nell'ambito del Servizio per la cooperazione internazionale di polizia, presso il Ministero dell'interno. L'UCIFM e l'UCAMP, pur operando su piani distinti e separati, interagiscono con lo scopo di assicurare un dispositivo di protezione dell'Euro dalle falsificazioni il più possibile efficiente ed integrato, in linea con i principi che hanno ispirato il Regolamento comunitario sopra richiamato.

In ordine agli altri mezzi di pagamento fisici, diversi dal contante, l'UCAMP avvierà lo studio del fenomeno della falsificazione degli assegni e delle frodi sui bonifici bancari con l'intento di proporre alle banche eventuali rimedi, analizzando il costo-efficacia delle eventuali azioni di prevenzione con tutti gli attori interessati.

In seguito all'entrata in vigore della legge 166/2005, recante “Istituzione di un sistema di prevenzione dalle frodi sulle carte di pagamento”, l'UCAMP esercita funzioni di competenza statale in materia di prevenzione, sul piano amministrativo, delle frodi su tutti i mezzi di pagamento e sugli strumenti deputati all'erogazione del credito al consumo.

In materia di frodi sulle carte di pagamento, l'ufficio sta realizzando una strategia basata su due assi portanti: un archivio informatizzato che permetterà, alle società che le emettono, la consultazione la condivisione, in tempo reale, di dati ed informazioni riguardanti esercizi commerciali sospetti e operazioni con transazioni non andate a buon fine o a rischio; un “forum” permanente costituito dai massimi esperti nel settore delle frodi con funzioni di indirizzo e di analisi. Il sistema di prevenzione è pertanto finalizzato a tutelare il mondo bancario delle società emittenti e, indirettamente, il cittadino che ripone la propria fiducia negli strumenti di pagamento sostitutivi del contante. La prevenzione contribuirà a contenere il fenomeno particolarmente insidioso delle truffe mediante clonazione delle carte di pagamento.

Per la prevenzione delle frodi sul credito al consumo, si sta definendo una strategia basata su un approccio sinergico che dovrebbe mettere in moto e sviluppare una efficace collaborazione tra il settore pubblico e quello privato. Trattandosi di un fenomeno che interessa le truffe perpetrate, a danno di una determinata società finanziaria, sia dal cliente di un dato venditore sia dallo stesso venditore nei confronti della finanziaria, l'attenzione dell'UCAMP è per il momento focalizzata sul primo aspetto. In una seconda fase di intervento si vedrà se e come operare nei confronti delle frodi dei venditori verso le finanziarie. Relativamente alle frodi commesse dalla clientela, l'ufficio si sta orientando verso un approccio che permetterà alle società finanziarie di poter riscontrare la veridicità di alcune informazioni in possesso di amministrazioni ed enti pubblici, in modo che la loro verifica prima della concessione del finanziamento consenta di depotenziare quella fattispecie criminale denominata “furto di identità” (richieste di finanziamento ottenute utilizzando in modo fraudolento l'identità di un altro individuo, a sua insaputa e senza il suo consenso).

Nel settore delle frodi “on line”, perpetrate mediante l'utilizzo della rete Internet e riconducibili a transazioni fraudolente connesse con il mondo virtuale, saranno analizzati taluni aspetti del fenomeno, allo scopo di individuare specifici interventi di prevenzione.

Nel comparto della formazione, relativamente alla falsificazione dell'Euro, l'UCAMP promuove attività formative in ambito nazionale e comunitario. A livello nazionale organizza seminari e workshop indirizzati a tutte le categorie coinvolte nel fenomeno della contraffazione monetaria. A livello europeo dà attuazione al programma comunitario di formazione denominato “Pericles”, istituito con la Decisione del Consiglio U.E. del 17 dicembre 2001. Inoltre, a seguito delle nuove competenze acquisite, l'UCAMP ha iniziato nel 2005 un percorso formativo, limitato all'ambito nazionale, preordinato alla prevenzione delle frodi sui mezzi di pagamento diversi dal contante e sugli strumenti deputati all'erogazione del credito al consumo. In questa prima fase dell'attività formativa, allo scopo di divulgare le iniziative legislative dirette al rafforzamento della sicurezza nei settori delle carte di pagamento e del credito al consumo, vengono organizzati seminari rivolti ai soggetti che sono professionalmente coinvolti nel circuito di emissione e di accettazione delle carte e alle società che finanziano determinati acquisti della clientela, agevolando la funzione dei venditori.

18 luglio 2013 · Giovanni Napoletano

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la frode nei mezzi di pagamento.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.