Anche la coobbligata è soggetta al pignoramento dello stipendio

La risposta è affermativa: i creditori possono senz'altro pignorare lo stipendio di sua moglie, che risulta essere coobbligata.

Nella misura massima di un quinto (per tutti i debiti e per tutti i creditori).

Il quinto si calcola sullo stipendio al netto delle ritenute IRPEF e dei contributi previdenziali. Non sono presi in considerazione eventuali oneri preesistenti e derivanti da finanziamenti volontari.

Nella decisione del giudice non rilevano le spese da sostenere per la famiglia. L'orientamento emerso recentemente è quello che debba comunque essere preservato un minimo vitale così come stabilito dalla Corte Costituzionale. L'entità del minimo vitale non è fissato in maniera univoca e si aggira, secondo recenti sentenze, intorno ai 460 euro.

Questo tipo di “garanzia” interviene, comunque, solo se la decurtazione del quinto pignorato porta il reddito netto ad un livello inferiore rispetto alla soglia considerata come minimo vitale.

La discussione continua in questo forum.

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

19 settembre 2010 · Chiara Nicolai

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su anche la coobbligata è soggetta al pignoramento dello stipendio. Clicca qui.

Stai leggendo Anche la coobbligata è soggetta al pignoramento dello stipendio Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 19 settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 14 gennaio 2017 Classificato nella categoria contratti di prestito microcredito e usura e sovraindebitamento - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info