Anche i ricchi piangono - Michael Jackson mette all'asta i tesori di Neverland [Commento 1]

  • rodolfo lanna 26 giugno 2009 at 12:35

    Oltre a uno stuolo di fans e a un'immensa eredità musicale, Michael Jackson si lascia alle spalle una montagna di debiti.

    Secondo fonti citate dal Wall Street Journal, il Re del Pop doveva ai suoi creditori una somma che si aggira sui 500 milioni di dollari, più di 350 milioni di euro.

    A questi ora si aggiungono i danni per i mancati concerti: la Aeg Live, la società Usa che aveva convinto Jackson a programmare una cinquantina di spettacoli d'addio nell'auditorium londinese O2, ci potrebbe rimettere 348 milioni di euro. Per quei concerti, che dovevano partire il 13 luglio, era già stato venduto un milione di biglietti che ora saranno rimborsati.

    Nonostante l'enorme successo commerciale (si calcola che abbia venduto 750 milioni di album), negli ultimi tempi Jackson aveva dissipato la sua fortuna spendendo in media 30 milioni di dollari l'anno in più delle sue entrate.

    Così si era visto costretto a ipotecare il ranch Neverland, dove si era rinchiuso durante il processo del 2005 per molestie sessuali, e il catalogo Atv Music, con tanti successi dei Beatles, acquistato nel 1985 per 47,5 milioni di dollari e rivelatosi un affarone. Nel 2001 il Re del Pop aveva ottenuto un prestito da 200 milioni di dollari dalla Bank of America, ma le sue vicende giudiziarie lo avevano costretto a svenarsi per gli avvocati e ne avevano ridotto l'appeal in termini di vendite di dischi.

    Ora spunta anche il problema dei concerti annullati. Il numero uno della Aeg, Randy Phillips, aveva insistito perchè i concerti all'O2 passassero da 10 a 50 proprio per soddisfare le richieste (e ripagare i tanti debiti della popstar), ma lo stesso Jackson nelle settimane scorse aveva confidato i suoi timori: "Non so come farò a fare 50 spettacoli, sono molto stanco", disse una volta.

    Per fugare i dubbi sulla sostenibilità della "maratona", la Aeg - dopo aver fatto sottoporre Jackson a a visite mediche - si era fatta garante degli spettacoli, per una somma valutata appunto in 348 milioni di euro. Il prezzo dei biglietti sarà interamente rimborsato, tranne che a chi ha comprato dai bagarini (pagando anche mille euro) che non potrà far valere questo diritto.

1 2 3 5

Torna all'articolo