Amarcord di un fighetto

Lo riconoscete? Ma certo è lui, proprio lui. A quei tempi scriveva:

amarcord.jpg«L'Indocina, l'Africa, l'America latina, la Cina, Cuba Socialista, il Portogallo, la Grecia, i paesi socialisti dell'Est europeo, tutto il mondo si colloca sulla strada della libertà e del progresso. Libertà, progresso, giustizia sociale, valori che si affermano in dimensioni sempre più ampie tra i giovani e che vanno tutte nella direzione del socialismo.»

«Si esalta nell'originale elaborazione italiana l'affermazione di Lenin secondo la quale la democrazia e il socialismo si saldano fortemente e la rivoluzione democratica apre la strada a quelle socialiste, mentre quella socialista porta a compimento quelle democratiche.»

«Occorrerebbe, per svolgere un'opera di reale rinnovamento, che la DC condannasse sé stessa per il suo passato, per l'espulsione dei comunisti dal governo dopo la guerra, per aver venduto agli americani il proprio partito, e il nostro paese, per aver giocato la carta della legge truffa

W.V., «I giovani, la libertà, il socialismo» in Roma Giovani, periodico della FGCI romana, 1975-1976

Direte voi, ma si tratta di 30 anni fa. Certo che poi si può cambiare idea.

Ok, allora passiamo a due anni fa e fatemi sapere cosa ne pensate di questa intervista (riportata in due distinti video):

Scommettiamo che direte tutti: "Guarda che FURBACCHIONE, dice così ma non è vero ....."?????

Dobbiamo fidarci ancora? Mah ......

11 marzo 2008 · Patrizio Oliva

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • walter veltroni 11 marzo 2008 at 17:53

    Basta con la lotta di classe. Basta alle ideologie di un tempo passato, ora c'è bisogno di un'alleanza tra produttori, un patto tra imprenditori e operai, perché sono sulla stessa barca (qui, fondo pagina ore 12:00)

1 6 7 8