Condominio - per l'alienazione o la locazione ultranovennale dei beni comuni è richiesto il consenso di tutti i condomini

In tema di comunione dei beni è richiesto il consenso di tutti i comunisti per gli atti di alienazione del fondo comune, o di costituzione su di esso di diritti reali, o per le locazioni ultranovennali, con la conseguenza che tale consenso è necessario anche per la transazione che abbia ad oggetto i beni comuni.

La norma è applicabile anche al condominio in virtù del rinvio operato dall'articolo 1139 del codice civile

Pertanto, non rientra nei poteri dell'assemblea condominiale, che decide con il criterio delle maggioranze, autorizzare l'amministratore del condominio a concludere transazioni che abbiano ad oggetto l'alienazione o la locazione ultranovennale dei beni comuni.

Così hanno stabilito i giudici della Corte di cassazione nell'ordinanza 7201/16.

21 maggio 2016 · Stefano Iambrenghi

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su condominio - per l'alienazione o la locazione ultranovennale dei beni comuni è richiesto il consenso di tutti i condomini.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.