I coniugi in regime di comunione dei beni possono godere delle agevolazioni fiscali per la prima casa per una sola abitazione

La risposta è negativa: i coniugi in regime di comunione dei beni possono godere delle agevolazioni fiscali per la prima casa per una sola abitazione.

La possibilità che i coniugi abbiano due prima casa è legata a solo due situazioni: proprietà precedente al matrimonio e regime patrimoniale di separazione dei beni. Considerato che l'abitazione è stata acquistata dopo il matrimonio, l'unica possibilità, tenuto anche conto, che l'immobile è intestato ad uno solo dei coniugi, è il passaggio al regime patrimoniale di separazione dei beni.

In questo caso, ricorrendo i requisiti di legge (nessuna altra proprietà nel comune in cui è situato l'immobile, n on avere già goduto dell'agevolazione su tutto il territorio nazionale, residenza nel comune in cui è sito l'immobile) sarà possibile per l'altro coniuge godere delle agevolazioni fiscali per la prima casa.

Da ricordare che che nel caso la nuova abitazione fosse tenuta a disposizione o locata ciò dovrà essere riportato nella dichiarazione Irpef, avendo presente che non si potrà godere della totale esenzione come nel caso in cui la casa fosse abitato dal proprietario.

22 maggio 2013 · Giuseppe Pennuto

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su i coniugi in regime di comunione dei beni possono godere delle agevolazioni fiscali per la prima casa per una sola abitazione.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.