Acquirenti

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Un veicolo acquistato da una società o da un' impresa individuale (persona fisica) essere oggetto delle agevolazioni, nei seguenti tre casi e nei limiti delle risorse disponibili:

  1. se il veicolo è destinato all'uso di terzi, cioè quando è utilizzato, dietro corrispettivo, nell'interesse di persone diverse dall'intestatario della carta di circolazione. L'uso di terzi comprende, come previsto dal codice della strada:
    • locazione senza conducente
    • servizio di noleggio con conducente e servizio di piazza (taxi) per trasporto di persone
    • servizio di linea per trasporto di persone
    • servizio di trasporto di cose per conto terzi
    • servizio di linea per trasporto di cose
    • servizio di piazza per trasporto di cose per conto terzi.
  2. se il veicolo è utilizzato nell'esercizio di imprese, arti e professioni, e destinato ad essere utilizzati esclusivamente come bene strumentale nell'attività propria dell'impresa, come indicato nel Testo unico delle imposte sui redditi. In questi primi due casi è necessario consegnare al venditore un veicolo appartenente alla stessa categoria del veicolo acquistato, che risulti immatricolato almeno dieci anni prima della data di immatricolazione del veicolo nuovo.
  3. Qualora la società o impresa individuale non disponga di un veicolo da rottamare (con le idonee caratteristiche) può comunque accedere alla riserva di risorse disponibili per i veicoli con emissioni non superiori a 95 g/Km e destinate a tutte le categorie di acquirenti.

Come accennato in precedenza, poi, un veicolo acquistato da un individuo privato (non imprenditore) può essere oggetto delle agevolazioni nei limiti delle risorse disponibili, purché il veicolo produca emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km.

Il veicolo può essere acquisito anche tramite locazione finanziaria.

Inoltre, un veicolo acquistato dalla Pubblica Amministrazione essere oggetto delle agevolazioni. Solo, in alcuni casi, ci sono vincoli alla destinazione d'uso dei veicoli.

Per usufruire del contributo, l'acquirente deve rivolgersi ad un rivenditore. Sarà quest’ultimo a farsi carico della gestione della pratica relativa al contributo.

È possibile, inoltre, cointestare una vettura, anche se la piattaforma consente l'inserimento di un solo nominativo.

Il nominativo inserito in sede di prenotazione dovrà coincidere con il nominativo che risulterà quale intestatario (e non quale eventuale cointestatario) del veicolo alla Motorizzazione Civile.

La verifica di identità tra i due nominativi potrà essere effettuata in prima battuta dal rivenditore in sede di conferma della prenotazione.

Qualora dai successivi controlli che saranno effettuati su dati e documentazione inserita a sistema, il nominativo inserito come acquirente non corrispondesse all'intestatario del veicolo, il relativo contributo verrà annullato.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.