Veicoli non considerati agevolabili

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Un veicolo a “km 0”, essendo già immatricolato al momento dell'acquisto, non può essere agevolato. La norma stabilisce, infatti, che il veicolo acquistato non deve essere stato già immatricolato in precedenza.

Anche le biciclette a pedalata assistita non rientrano in nessuna delle categorie di veicoli agevolabili.

Sono infatti agevolabili solo i veicoli, come:

  • ciclomotori e motocicli a due o tre ruote (categorie L1(L1e), L2 (L2e), L3 (L3e), L4 (L4e), L5 (L5e))
  • quadricicli (Categorie L6e, L7e)
  • auto (categoria M1)
  • veicoli commerciali leggeri (categoria N1).

Da notare che la normativa non prevede una lista chiusa di modelli agevolabili.

Occorre, quindi, verificare presso i singoli rivenditori o presso le case costruttrici/importatrici se i veicoli presi in considerazione soddisfano i requisiti previsti dalla normativa. (vedi FAQ B3).

Proseguendo, nel caso di veicoli dotati di impianto a doppia alimentazione metano/benzina o gpl/benzina, questi hanno emissioni differenti se utilizzati con alimentazione a metano o gpl rispetto all'alimentazione a benzina.

Ai fini del riconoscimento dei contributi, occorre fare riferimento alle emissioni definite in sede di omologazione per il veicolo in questione.

Nel caso di veicoli a cui viene installato, in concomitanza all'acquisto un impianto metano o gpl, questi non rientrano tra i veicoli agevolabili.

I veicoli agevolabili sono solo quelli nuovi di fabbrica. Le caratteristiche di ammissibilità devono quindi corrispondere a quelle di omologazione da parte del costruttore, risultanti sulla carta di circolazione.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.