Posizione prevalente della giurisprudenza di legittimità su bonus fiscale prima casa e trasferimento della proprietà al coniuge con accordo separazione intervenuto prima che siano decorsi cinque anni dall'acquisto

I giudici della sezione tributaria della Corte di cassazione, con la sentenza 5356/16, hanno inteso conferire continuità all'orientamento prevalente della giurisprudenza di legittimità favorevole al contribuente.

Non c'è alcuna decadenza delle agevolazioni fiscali prima casa se il trasferimento della proprietà a favore dell'altro coniuge avviene con accordo di separazione, seppur intervenuto prima di cinque anni dall'acquisto dell'immobile: secondo i giudici di Piazza Cavour, la normativa vigente stabilisce che comporta la decadenza dai benefici per la prima casa la fattispecie infraquinquennale di trasferimento per atto a titolo oneroso o gratuito degli immobili acquistati.

Tuttavia, il trasferimento della proprietà in attuazione dei patti di separazione è svincolato da qualsivoglia corrispettivo e non rappresenta un atto di donazione: non essendo configurabile alcun intento speculativo e non avendo il coniuge che aliena l'immobile conseguito alcuna somma da reimpiegare per l'acquisto di una nuova casa, il contribuente non può essere sanzionato con la perdita dei benefici.

La previsione della sanzione della decadenza per le vendite infraquinquennali, non seguite dal riacquisto di altro immobile, risponde proprio all'esigenza di prevenire operazioni speculative di cessione con agevolazioni fiscali. Tali benefici sono diretti, infatti, favorire sul piano sociale l'acquisizione in proprietà della prima casa da destinare ad abitazione propria e quindi del consorzio coniugale e del nucleo familiare. Un intento speculativo, dunque, è sicuramente da escludere nel caso di cessione immobiliare senza corrispettivo ma rispondente all'esigenza di definizione dei rapporti tra coniugi in occasione della crisi definitiva del loro rapporto.

Dunque, gli accordi di separazione personale fra i coniugi, contenenti attribuzioni patrimoniali da parte dell'uno nei confronti dell'altro e concernenti beni mobili o immobili, non risultano collegati necessariamente alla presenza di uno specifico corrispettivo o di uno specifico riferimento ai tratti propri della donazione, e tanto più rispondono, di norma, ad un più specifico e più proprio originario spirito di sistemazione dei rapporti in occasione dell'evento di separazione consensuale.

Ne discende la peculiare funzione economico-sociale e la meritevolezza di tutela di atti e convenzioni che i coniugi, nel momento della crisi matrimoniale, pongono in essere nell'intento di regolare sotto il controllo del giudice i loro rapporti patrimoniali conseguenti alla separazione o al divorzio, ivi compresi gli accordi che contengono il riconoscimento o il trasferimento della proprietà esclusiva di beni immobili all'uno o all'altro coniuge. Ne deriva la conseguenza fiscale che le agevolazioni per l'acquisto prima casa si estendono ad ogni tipo di tassazione, indipendentemente dalla natura di imposta o di tassa in senso proprio del tributo concretamente in discussione.

Concludendo, la normativa vigente laddove stabilisce la decadenza dai benefici per la prima casa in caso di cessione infraquinquennale non può trovare applicazione agli accordi traslativi raggiunti in sede di separazione e divorzio, la cui utilità sociale deriva della natura stessa dei conflitti, personali prima ancora che patrimoniali, che detti atti sono funzionalmente destinati a dirimere.

19 marzo 2016 · Giorgio Valli

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca