Agevolazioni fiscali per il triennio 2014-2016 in favore dei conduttori di alloggi sociali adibiti ad abitazione principale.

Approvata una nuova agevolazione per gli inquilini degli alloggi sociali: per il triennio 2014/2016, ai soggetti titolari di contratti di locazione di alloggi sociali adibiti a propria abitazione principale; detrazione pari, complessivamente, a: 900 euro, se il reddito complessivo non supera 15.493,71 euro; 450 euro, se il reddito complessivo è compreso tra i 15.493,72 e 30.987,41 euro.

A darne comunicazione è l'Agenzia delle Entrate sul proprio sito.

L'Agenzia precisa che, se la detrazione risulta superiore all'imposta lorda, il commercialista o il Caf dovranno riconoscere al contribuente un credito pari alla quota della detrazione che non ha trovato capienza nell'imposta.

Nella stessa comunicazione, l'Agenzia delle Entrate mette in evidenza anche le novità in tema di cedolare secca che, come noto, è scesa ormai dal 15 al 10% per i contratti a canone concordato nei Comuni ad alta densità abitativa o colpiti da eventi calamitosi.

Inoltre, arriva la facoltà di inserire la clausola di riscatto dell'unità immobiliare e le relative condizioni economiche, nelle convenzioni che disciplinano le modalità di locazione degli alloggi sociali, alle condizioni previste nella norma.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su agevolazioni fiscali per il triennio 2014-2016 in favore dei conduttori di alloggi sociali adibiti ad abitazione principale..

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.