Affitti in nero - come pagare meno e prolungare il contratto

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina.

Affitti in nero - cosa può fare l'inquilino per pagare meno e prorogare la durata del contratto di locazione

Con l’introduzione della cedolare secca dal 7 giugno 2011, sono cambiate le regole sull’evasione fiscale: da sempre molto critico nei confronti di questa riforma, che non garantirebbe adeguate protezioni per gli inquilini, il SUNIA (Sindacato Unitario Nazionale Inquilini e Assegnatari) ha comunque preparato un vademecum dei diritti dell'inquilino, per [ ... leggi tutto » ]

Cosa si deve aspettare l'inquilino?

l'inquilino  potrà ricevere dal proprietario una comunicazione, tramite lettera raccomandata, con la quale viene informato che lo stesso ha optato per l'applicazione della cedolare secca; la comunicazione deve obbligatoriamente contenere la rinuncia del proprietario a richiedere aumenti di qualsiasi natura e titolo per tutto il periodo in cui opta [ ... leggi tutto » ]

Contratti in nero e irregolari

Il proprietario che ha in corso contratti scritti e non registrati, contratti non scritti e non registrati, contratti registrati ma per un importo minore di quello realmente pagato dall'inquilino e comodati fittizi, aveva sessanta giorni di tempo, a partire dal 6 aprile 2011. Tale termine è scaduto il 6 [ ... leggi tutto » ]

Sanzioni scattate dal 7 giugno 2011

Il proprietario che non ha provveduto a registrare entro il 6 giugno 2011 queste situazioni di irregolarità del contratto di locazione sarà obbligato ad un contratto che ha le seguenti caratteristiche: durata 4 anni + 4; canone di affitto non superiore al triplo della rendita catastale con aggiornamento Istat [ ... leggi tutto » ]

Cosa cambia economicamente per l'inquilino se il proprietario opta per la cedolare secca

il canone contrattuale rimane invariato; non dovrà più pagare l'imposta di registro e di bollo sulla locazione, per la parte a suo carico; non dovrà più pagare, per la parte a suo carico, le imposte di registro e di bollo sulla risoluzione e sulle proroghe del contratto; non dovrà [ ... leggi tutto » ]