Acquisto tramite internet » Diritto di recesso e foro competente

I contratti conclusi tramite internet sono considerati contratti a distanza, ossia contratti stipulati tra un fornitore e un consumatore nell'ambito di un sistema di vendita o di prestazione di servizi a distanza organizzato dal fornitore con tecniche di comunicazione anche elettroniche, compresa l'email.

In questi casi, la legge tende a tutelare maggiormente il consumatore, con due possibilità.

La prima è il diritto di recesso, ovvero il diritto di restituire la merce acquistata entro entro 10 giorni dalla consegna della stessa, senza bisogno di motivazioni specifiche (come un guasto o una diversità rispetto al bene promesso.

Nel caso si voglia intentare un procedimento legale, invece, il foro territorialmente competente è quello del consumatore.

In altre parole, il giudice a cui il consumatore potrà rivolgersi è quello del luogo di residenza o di domicilio del consumatore stesso, se ubicati nel territorio dello Stato.

Si tratta di una competenza inderogabile.

Questo vuol dire che l'acquirente non avrà bisogno di iniziare un giudizio costoso e in un luogo lontano da dove vive.

12 dicembre 2013 · Andrea Ricciardi

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su acquisto tramite internet » diritto di recesso e foro competente.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.