Come si calcola il valore catastale su cui è possibile versare l'imposta di registro per l'acquisto della casa

Le imposte di registro, ipotecaria e catastale vengono versate dal notaio al momento della registrazione dell'atto.

Quando la vendita della casa è soggetta a Iva la base imponibile è costituita dal prezzo della cessione.

Per le cessioni dei fabbricati a uso abitativo e delle relative pertinenze, effettuate nei confronti di persone fisiche che non agiscono nell'esercizio di attività commerciali, artistiche o professionali, l'acquirente può scegliere - richiedendolo al notaio rogante - di calcolare l'imposta di registro sul valore catastale del fabbricato, anziché sul corrispettivo pagato. Ma, attenzione, è possibile versare le imposte sulla base del valore catastale a condizione che nell'atto sia indicato l'effettivo importo pattuito per la cessione.

Il valore catastale dell'immobile viene determinato moltiplicando la rendita catastale (rivalutata del 5%) per i seguenti coefficienti:

  • 110 per la prima casa e le relative pertinenze;
  • 120 per i fabbricati (non prima casa) appartenenti ai gruppi catastali A e C (escluse le categorie A/10 e C/1).

Ad esempio, per un immobile non prima casa con rendita catastale pari ad 800 euro, il valore catastale è dato da 800 x 1,05 x 120, cioè 100 mila e ottocento euro. Su tale valore andrà calcolata l'imposta di registro secondo le percentuali riportate nelle tabelle che seguono.

Acquisto senza agevolazioni prima casa

venditore iva registro ipotecaria catastale
privato no 9% 50 euro 50 euro
impresa con vendita esente da iva no 9% 50 euro 50 euro
impresa con vendita soggetta ad iva 10% - 22% 200 euro 200 euro 200 euro

Acquisto con agevolazioni prima casa

venditore iva registro ipotecaria catastale
privato no 2% 50 euro 50 euro
impresa con vendita esente da iva no 2% 50 euro 50 euro
impresa con vendita soggetta ad iva 4% 200 euro 200 euro 200 euro

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su come si calcola il valore catastale su cui è possibile versare l'imposta di registro per l'acquisto della casa. Clicca qui.

Stai leggendo Come si calcola il valore catastale su cui è possibile versare l'imposta di registro per l'acquisto della casa Autore Stefano Iambrenghi Articolo pubblicato il giorno 25 agosto 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 23 aprile 2017 Classificato nella categoria imposta di registro acquisto vendita casa e sistema prezzo valore Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

cerca