Acquiescenza – perchè conviene

Acquiescenza – Di cosa si tratta

L'accettazione dell'atto, giuridicamente definita “acquiescenza”, è regolamentata dal decreto legislativo numero 218 del 1997 e consiste in una definizione in via amministrativa dell'atto impositivo. Tale definizione, ancora più conveniente quando l'accertamento emesso dall'ufficio è fondato su dati difficilmente contestabili davanti al giudice tributario, comporta per il contribuente notevoli vantaggi [ ... leggi tutto » ]

I VERSAMENTI DA EFFETTUARE A SEGUITO DI ACQUIESCENZA

Le somme da versare a seguito di acquiescenza possono essere pagate in unica soluzione oppure in forma rateale, in un massimo di 8 rate trimestrali di pari importo o di 12 rate se la somma da pagare supera 51.645,69 euro. Il contribuente che sceglie di pagare a rate è [ ... leggi tutto » ]

ACQUIESCENZA - DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE SANZIONI

Il contribuente ha la possibilità di usufruire della riduzione ad 1/4 della sanzione irrogata, e comunque non inferiore ad 1/4 dei minimi edittali previsti per le violazioni più gravi e relativi a ciascun tributo, se entro il termine per la proposizione del ricorso, e cioè entro 60 giorni dalla [ ... leggi tutto » ]